I migranti forzati nel mondo sono complessivamente 59,5 milioni

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

immigratiNel 2014, i migranti forzati nel mondo sono stati complessivamente 59,5 milioni (8 milioni in più rispetto al 2013): 19,5 milioni di rifugiati fuori dal loro Paese di origine (di cui 14,4 milioni sotto il mandato dell’Unhcr), 38,2 milioni di sfollati interni fuggiti da guerre o persecuzioni; 1,8 milioni di richiedenti asilo, mentre a fine 2014 sono 33 le guerre in atto, 13 le situazioni di crisi e 16 le missioni Onu attive. Sono i dati del 2° Rapporto sulla protezione internazionale in Italia 2015, presentato oggi a Roma presso l’Associazione nazionale Comuni italiani (Anci) ed elaborato da Anci, Caritas italiana, Cittalia, Fondazione Migrantes e Sprar, in collaborazione con Unhcr. A livello mondiale, prosegue il Rapporto, le Regioni in via di sviluppo accolgono l’86% del totale di questi migranti, 12,4 milioni di persone. Nel 2014 Asia e Pacifico hanno accolto complessivamente 3,8 milioni di rifugiati; l’Africa sub-sahariana 3,7 milioni. L’Europa ne ha ospitato circa 3,1 milioni(22%), provenienti da Siria (1,7 milioni), Ucraina (234.600) e Iraq (132.200); la regione del Medio Oriente e del Nord Africa circa 3 milioni, soprattutto dalla Siria (2,2 milioni). Con 769 mila rifugiati (357.900 colombiani), le Americhe hanno ospitato la quota più bassa (5%) a livello globale. (segue)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *