Motu proprio su “nullità”, Monsignor Dario Edoardo Viganò, la Chiesa è con la famiglia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Viganò“È il cuore di un padre e di un pastore quello di Papa Francesco; per evitare che ‘il cuore dei fedeli che attendono il chiarimento del proprio stato non sia lungamente oppresso dalle tenebre del dubbio’, ha riformato il processo canonico per le cause di dichiarazione di nullità sia nel Codice di diritto canonico che nel Codice dei canoni delle Chiese orientali”. Monsignor Dario Edoardo Viganò, direttore del Centro televisivo vaticano, dedica l’editoriale di “Vatican Magazine”, il notiziario televisivo settimanale, alle novità introdotte dal Papa nel processo canonico per le cause di dichiarazione di nullità del matrimonio. “Dando seguito al recente Sinodo sulla famiglia – ricorda Viganò -, Papa Francesco riafferma che il matrimonio è ‘cardine e origine della famiglia cristiana’, e precisa che scopo del documento non è favorire la ‘nullità dei matrimoni, ma la celerità dei processi’. Il nuovo processo matrimoniale entrerà in vigore l’8 dicembre, giorno nel quale la Chiesa entrerà nell’anno santo della misericordia”.

“In questa prospettiva – prosegue Viganò – si comprende l’invito di Papa Francesco all’Équipes Notre-Dame di ‘un nuovo protagonismo missionario’ perché ‘una coppia unita e felice può comprendere meglio di chiunque altro, come dall’interno, la ferita e la sofferenza che provocano un abbandono, un tradimento, un fallimento dell’amore’. A loro ha chiesto ‘il coraggio di entrare in contatto con queste famiglie, in maniera discreta ma generosa, materialmente, umanamente o spiritualmente, in quelle circostanze dove esse si trovano vulnerabili’”. Infatti, conclude il direttore del Ctv, “la misericordia di Dio non è una dottrina, ma in Gesù è divenuta balsamo, abbraccio, condivisione, accoglienza, perdono”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *