Il Piceno protagonista alla fiera “Cosmobike” di Verona

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

d'erasmoPICENO – Fino al 14 settembre il Piceno sarà protagonista a “Cosmobike”, la fiera dedicata agli appassionati della due ruote in svolgimento a Verona. Alla manifestazione è infatti presente anche uno stand della Provincia capofila di altri importanti partner locali come Confindustria sez. Albergatori e Camera di Commercio che si sono fatti carichi degli oneri finanziari della partecipazione e altri enti e associazioni specializzate che hanno messo a disposizione materiale informativo.

La partecipazione dell’Ente alla manifestazione, che richiama ad ogni edizione migliaia di visitatori, rientra nell’ambito del progetto “La Salaria: un itinerario storico, culturale e religioso per il turismo” realizzato per la gran parte negli anni scorsi e frutto dell’intesa tra Provincia di Ascoli Piceno, Regione Marche e Regione Lazio. L’intervento, finanziato con il contributo del Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha come obiettivo di far conoscere il patrimonio storico, culturale e religioso dell’antica strada romana.

Durante la fiera è attivo un punto accoglienza con informazioni e materiale promozionale sui principali percorsi ciclabili (strada, fuori strada e circuito famiglia) del Piceno e su iniziative culturali per grandi e piccoli. Per i visitatori, oltre a degustare i tipici prodotti enogastronomici del sud delle Marche, c’è la possibilità di vincere soggiorni omaggio nell’Ascolano. Sarà inoltre presentato il portale Picenobiketravel.com, prezioso collettore per veicolare informazioni specifiche e servizi ai cicloturisti.

Pur vivendo una situazione amministrativa ed economica complessa – sottolinea il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmopartecipiamo ad una vetrina importante e rinomata che ci permetterà di far conoscere al meglio le bellezze del Piceno e le sue eccellenze da scoprire attraverso suggestivi circuiti ciclabili. Sono convinto che, in sinergia con Istituzioni, mondo dell’associazionismo e appassionati delle due ruote, si debba puntare con decisione a rafforzare il numero dei servizi, degli impianti e delle strutture nel campo della viabilità dolce dando, nel contempo, un concreto sostegno alla valorizzazione turistica e alla tutela ambientale”.

Un settore, quello del cicloturismo, di fascia alta per potenziale di spesa e propensione alla permanenza – dichiara il presidente di Confindustria settore ‘Turismo’ Matteo Di Sabatino – un segmento che, da qualche anno, aumenta significativamente. Di fatto, in base ai numeri in possesso della Commissione europea questo ambito è in fortissima espansione, basti pensare ai 2 miliardi di viaggi in bicicletta e ai 20 milioni di pernottamenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *