Artisti di fama internazionale ed un talento precoce del pianoforte al 13 esimo FestivaLiszt

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – Artisti di fama internazionale ed un talento precoce del pianoforte al 13 esimo FestivaLiszt che celebra ogni estate il soggiorno di Franz Liszt a Grottammare “piccolo porto sull’Adriatico” nell’estate del 1868 ospite del conte Fenili. Per gli appassionati dell’Ungherese e delle note romantiche un appuntamento da non perdere, dal 1° agosto al 28 agosto, il Festival di musica classica diretto dal m° Federico Paci a cura della Fondazione Gioventù musicale d’Italia, sezione “L. Petrini” che ha conquistato risonanza e prestigio a livello europeo.
Premio Liszt alla carriera “ Le radici della musica” al musicista franco-cipriota Cyprien Katsaris per “aver contribuito a rigenerare il repertorio del concertismo pianistico, attraverso l’arte della trascrizione di cui è diventato uno dei massimi maestri viventi”. Occasione unica per ascoltare Les Préludes, il poema sinfonico su testi del poeta de Lamartine, eseguito dall’Orchestra Sinfonica Abruzzese, diretta da Gianna Fratta, nell’anteprima del 1° agosto al Teatro delle Energie.
Quindi nella magnifica chiesa di santa Lucia, costruita sul luogo dove nacque papa Sisto V, si alterneranno i fuoriclasse della tastiera: Jacopo Fulimeni, il quattordicenne sangiorgese che si sta perfezionando con il maestro Di Bella, proporrà il recital “Bach, Liszt, Rachmaninov” in particolare di Franz Liszt eseguirà “Sposalizio” dagli Anni di pellegrinaggio ed “Eroica” dagli Studi trascendentali, repertorio molto impegnativo anche per i più affermati pianisti, il 18 agosto. A seguire Lukas Vondracek, 1° Premio Concorso Internazionale Repubblica di San Marino 2012, che suonerà il 20 agosto. Gli altri artisti: Antonii Barysheskyi, 1° Premio Concorso Internazionale “Artur Rubinstein” di Tel Aviv 2014, il 23 agosto, quindi l’attesa esibizione del maestro Cyprien Katsaris che vanta una notevole discografica, ha inciso oltre 40 Cd sotto l’etichetta Piano 21 da lui stesso ideata e fondata, il 25 agosto.
Piacevole ritorno di Pierre Reach, consulente scientifico del Festival, il 27 agosto. In conclusione la serata di gala, il 28 agosto, con proiezioni di filmati su Liszt in collaborazione Fondazione Libero Bizzarri, ed interventi di Jean-Yves Clément, direttore artistico del Lisztomanias Festival di Chateauroux (Francia) gemellato con il FestivaLiszt. Ad esclusione del teatro delle Energie, per la serata inaugurale, il festival si tiene nel Paese alto, uno dei Borghi più belli d’Italia che si anima grazie al festival. In abbinamento menu romantici, itinerari sui luoghi amati e visitati da Liszt, aperitivi al tramonto e varie iniziative collaterali che incrementano il turismo culturale/musicale. Appassionati del repertorio lisztiano, e più in generale romantico, di tutta Europa programmano le proprie vacanze a Grottammare per rivivere magiche suggestioni legate al grande compositore dell’Ottocento che visse sulle rive dell’Adriatico uno dei momenti più belli della sua vita, tanto da scrivere, il 7 settembre del 1868, nella lettera di ringraziamento all’abate Solfanelli, nipote del conte Fenili, sua guida spirituale: “ Le mie sei settimana a Grottammare resteranno uno dei migliori e più dolci ricordi della mia vita”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *