Le Suore del “Piccolo Fiore di Betania” hanno festeggiato l’anniversario della loro fondazione

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

suore BetaniaLe Suore del Piccolo Fiore di Betania

ACQUAVIVA PICENA – Il giorno 16 luglio le due comunità delle suore del Piccolo Fiore di Betania presenti nella nostra Diocesi, si sono ritrovate per celebrare l’Eucaristia nella Chiesa di S. Nicolò ad Acquaviva Picena, per l’anniversario della fondazione della loro congregazione, avvenuta nel 1921 per opera del Servo di Dio  Mons. Raimondo Mascarenhas.

All’omelia don Alfredo ha ringraziato le suore presenti da dieci anni nella comunità parrocchiale e ha salutato le consorelle provenienti dalla Caritas di S. Benedetto del Tronto e da Roma.

Dopo la comunione ha preso la parola Suor Alfosina per ringraziare: “O Signore per tuo amore ci hai chiamate a seguirti in questa via  secondo la spiritualità  del nostro  fondatore, il Servo di Dio Raimondo Mascarenhasnella  nostra congregazione, di cui celebriamo il novantacinquesimo anno di fondazione.
Signore vogliamo ringraziarti per il dono della vocazione religiosa.
Ringraziarti per novantacinque anni di continua formazione, nella preghiera, nell’umiltà, nell’amore a Te e al prossimo. Novantacinque anni  durante i quali si sono formate tante nostre consorelle e noi stesse, al tuo servizio, specialmente nell’amore ai tuoi figli più bisognosi, gli ammalati, i poveri, gli abbandonati.
Oggi noi  Consorelle Ti ringraziamo, per i dieci anni della nostra presenza in Acquaviva Picena. Tu Signore nel tuo amore ci hai scelte e ci hai condotte qui, tenendoci per mano tutti i giorni, accompagnandoci con la tua grazia e sostenendoci con la tua forza.
Ti ringraziamo Signore per l’opportunità che ci hai dato di lavorare per il tuo regno nella comunità parrocchiale, grazie per il parroco Don Alfredo che ci guida e incoraggia.
Grazie per tanti ammalati e bisognosi che hai affidato alle nostre cure dai quali abbiamo imparato la virtù dell’abbandono in Dio  e la pazienza nel dolore.
Aiutaci Signore ad essere sempre un cuore solo e un’anima sola,  fa che ognuno di noi si impegni ad essere vangelo vissuto. Amen”

Al termine della celebrazione, nel piazzale antistante la Chiesa, la comunità cristiana di Acquaviva ha preparato un momento di festa e la cena per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *