XVI Giornata Ecologica a Cupra

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
ragazziCUPRA MARITTIMA – Martedì 14 luglio si è svolta con grande successo la XVI Giornata Ecologica a Cupra Marittima, promossa dalla Coop. Idrea e Ass. Marenostrum di Andrea Mora in collaborazione con il Comune di Cupra Marittima.
Alla giornata hanno partecipato trenta bambini francesi provenienti da Massy, cittadina francese da cui ogni anno molti bambini vengono a Cupra d’estate per partecipare ai Campi didattici Internazionali, opportunità attraverso la quale hanno la possibilità, oltre che di partecipare a campagne di scavi archeologici, anche e soprattutto di conoscere le bellezze e i tesori del nostro territorio.
I ragazzi guidati da Andrea Mora, Martina D’Angelo, Marion Le Boulaire, Mathilde Henaff e accompagnati anche dall’Assessore alle Politiche Giovanili e Turismo Luca Vagnoni e dal Consigliere delegato alle Politiche ambientali Roberta Rossi che hanno partecipato anche quest’anno entusiasti, hanno avuto modo di partecipare a questa iniziativa che sensibilizza i bambini e i ragazzi al rispetto dell’ambiente e delle spiagge in particolare.
A loro si sono uniti un centinaio di ragazzi e bambini cuprensi e dei paese limitrofi, che partecipano alla colonia estiva “Estate Ragazzi”, diretta da Matteo Della Sciucca.
L’iniziativa è partita alle ore 9 dalla spiaggia antistante l’Hotel “La Perla”.
Da lì i ragazzi armati di sacchetti della raccolta differenziata hanno percorso un bel tragitto, sempre passando per spiaggia che li ha portati fino alla Lega Navale.
Durante il percorso più volte i bambini e gli organizzatori hanno ricevuto i complimenti di cittadini e turisti entusiasti della meravigliosa iniziativa.
L’iniziativa ha avuto anche i complimenti dell’Assessore all’Ambiente Annamaria Cerolini.
Un ringraziamento particolare va Andrea Mora, motore dell’evento, alla Capitaneria di Porto (sezione di Cupra), a Matteo Della Sciucca che ha coinvolto anche i suoi ragazzi e alla Lega Navale (sezione di Cupra) per l’ospitalità e l’accoglienza alla fine del tragitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *