I Pellegrini della diocesi a Lourdes tra i primi a passare per la porta sul Quai Boissarie

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

LourdesIl santuario Nostra Signora di Lourdes ha dato il via libera per la riapertura della porta sul Quai Boissarie, il lungofiume intitolato al secondo presidente del Bureau des Constatations Médicales del santuario (Gustave Boissarie).
Dopo dodici mesi, gli addetti ai lavori sono riusciti a rimettere in sesto il percorso privilegiato dei soci Unitalsi per raggiungere il santuario mariano. Su questa strada, infatti, è situato il piano sotterraneo del Salus infirmorum, il transit in cui sono predisposte decine di carrozzine a disposizione degli amici con difficoltà motorie. La strada, che accompagna il fiume Gave di Pau dal ponte Saint Michel all’entrata del santuario, subito prima del passaggio in prossimità della grotta delle apparizioni, si presenta come un parcheggio di circa 150 posti, sul quale si affaccia la zona Sud della Cittadella della carità dell’Unitalsi. All’indomani dell’esondazione del 18 giugno 2013, ci si accorse che la piena aveva provocato nel manto stradale dei fori profondi qualche metro. Dunque, si corse immediatamente ai ripari, limitando il passaggio in quel punto. I soci Unitalsi, dunque, potranno tornare ad usufruire della loro porta privilegiata per accedere al santuario.

Tra i primi a farlo saranno i pellegrini della nostra diocesi che sono arrivati ieri, mercoledì 15 luglio a Lourdes.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *