Grottammare, Piergiorgio Cinì e Sergio Capoferri hanno dato vita a “Lasciateci divertire”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

CinìFoto di Antonio Biocca, articolo di Gianmarco Capecci

GROTTAMMARE – Martedì 14 luglio, nella la magnifica cornice del giardino del castello di Grottammare Alta, l’ormai consolidato duo formato da Piergiorgio Cinì (voce recitante) e Sergio Capoferri (fisarmonica) ha dato vita allo show “Lasciateci divertire”, un intenso ma anche spassoso mix di poesie e brevi monologhi accompagnati e intervallati da sottofondi e assoli musicali di assoluto virtuosismo fisarmonicista. Il timbro vocale, la verve interpretativa e la capacità di passare disinvoltamente da un dialetto all’altro, marchi di fabbrica di Cinì, sono stati esaltati attraverso brani tratti da autori come Petrolini, Torre, Marquez, Vian, Boccaccio, Benni e Neruda, in un eterogeneo ma efficace florilegio che metteva a nudo vizi e virtù degli italiani, ma anche dell’essere umano stesso.
Il commento musicale del maestro Capoferri, che spaziava da Piazzolla a Korsakov fino a Rota, è stato perfettamente in sintonia con la scelta dei testi: a volte spiritoso, altre commovente, ma sempre caratterizzato da un tocco leggero e perfetto.
In definitiva, una bella serata in un contesto molto suggestivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *