Montalto, i festeggiamenti patronali uniti ai tre anniversari sacerdotali

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Padre Agostino (6)Immagine di repertorio, di Lauretanum

MONTALTO DELLE MARCHE – Anche la Comunità parrocchiale di Contrada Lago, lungo la Valdaso di Montalto delle Marche, ha avuto un Solenne momento di festeggiamenti, che quest’anno ha arricchito il ricordo liturgico del trionfo dei Santi Apostoli Pietro e Paolo alla memoria grata e riconoscente per il servizio ministeriale dei Padri Salvatoriani, che ormai da anni servono questa piccola e vivace Famiglia di Famiglie cristiane.
Lunedì 29 u. s., si è così onorato degnamente il Patrono San Pietro Apostolo, Titolare della Chiesa e dell’omonima Parrocchia montaltese, con una Santa Messa alle ore 21, seguita dalla tradizionale Processione per le vie della Contrada con l’austera statua del Santo. Si è poi concluso il momento di preghiera con un ricco rinfresco, preparato dalla Comunità anche per festeggiare gli Anniversari di Sacerdozio di Padre Giovanni Mazzoni (60 anni), fino a poco meno di un anno fa a guida della Parrocchia di Santa Lucia di Porchia; di Padre Alfredo Botticelli (50), che ha servito, seppur in brevi periodi, sia la Comunità cristiana della Concattedrale sistina che quella di Santa Maria in Viminato di Patrignone; e infine di Padre Agostino Maiolini (40), da ormai cinque anni Parroco della Valdaso di Montalto, e, dopo un breve periodo di amministrazione della Parrocchia patrignonese, dal settembre scorso Priore-Parroco della bella realtà cristiana del Comune di Montelparo, nel solo Fermano della nostra Chiesa diocesana.

Gli stessi, al termine della Celebrazione eucaristica, hanno raccontato in breve della loro vocazione e della loro storia personale lungo tutti questi anni passati. Tutti e tre appartengono alla Congregazione fondata dal sacerdote tedesco Johann Baptist Jordan (1848-1918), il quale, dopo esperienze pastorali e di studio, maturò la decisione di istituire una Congregazione missionaria per la difesa e la diffusione della Fede cattolica tra i non cristiani; la fondazione si tenne l’8 dicembre 1881 nella chiesa di Santa Brigida a Roma e la sede della congregazione, nel 1883, venne stabilità presso Palazzo Cesi. Il nome originario dell’istituto fu “Società apostolica istruttiva”, ma nel 1894 il titolo venne definitivamente mutato in “Società del Divin Salvatore”. Il rinfresco è stato animato da un po’ di musica, che ha sottolineato ancor più il clima di festa che si è respirato. Una curiosità? Il giorno precedente sono stati i ragazzi dell’Oratorio che hanno tagliato il prato intorno alla chiesa e messo dei festoni sulla piazza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *