Siria, rapito padre Dhiya Azziz

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Dal tardo pomeriggio di sabato 4 luglio si sono persi i contatti con padre Dhiya Azziz, francescano iracheno della Custodia di Terra Santa, parroco a Yacoubieh (Provincia di Idlib, distretto di Jisr al Chougour, Siria). A denunciarlo in una nota pervenuta al Sir è la stessa Custodia di Terra Santa. “Sabato scorso – si legge nella nota – alcuni militanti di una brigata non identificata, forse riconducibile a Jabhat al Nusra, sono venuti a prelevarlo per un breve colloquio con l’Emiro del luogo. Da allora – dichiara la Custodia – si sono perse le sue tracce e non siamo in grado di capire dove si trova. Stiamo facendo il possibile per individuare il luogo della sua detenzione e ottenere la sua liberazione. Lo affidiamo alla preghiera di tutti”. A luglio dello scorso anno, il religioso era rimasto ferito alla testa durante un bombardamento contro il convento francescano che aveva provocato ingenti danni. Il 5 ottobre del 2014 era stato prelevato, sempre da alcuni ribelli legati a Jahbat Al Dhiya Azziz Nusra, il parroco francescano di Knayeh, padre Hanna Jallouf, rilasciato dopo 4 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *