Inizia oggi il Festival del Pesce azzurro

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

AnghiòSAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prende il via oggi, venerdì 3 luglio, l’edizione 2015 di Anghiò. Per il sesto anno consecutivo, il Festival del Pesce azzurro, ideato e organizzato da Tuber Communications e Sedicieventi, tornerà ad animare San Benedetto del Tronto, invitando turisti e visitatori a scoprire tutta la bontà del pesce più povero, valorizzato dalle esclusive ricette di grandi Chef e Maestri di Cucina.

Per scoprire l’epicentro del gusto, sarà sufficiente seguire il profumo di sarde, sgombri, ricciole, tonni, dell’immancabile alice (anghiò nel dialetto locale) e di molte altre varietà di pesce azzurro preparate nelle cucine del Palazzurro, allestito come di consueto presso la Rotonda Giorgini. Per immergersi nel mondo del sapore, basterà acquistare al costo di 15 euro altrettanti ticket con i quali assaporare le proprie ricette preferite, oltre ad una degustazione a base di olive presso lo stand Piceno Open, un aperitivo Derby Blue e una degustazione di acqua Fiuggi da ritirare presso il Bar di Anghiò.

Tutti i giorni i visitatori potranno scegliere sarde limone e Marsala, insalata di nettarine e alletterato con maionese di avocado o sgombri alla marmellata di cipolle rosse della sentina, preparati daLucia Mazzullo di Siracusa. La Nuova Pescheria Picena, tenterà i buongustai con pasta al battuto di alici, lanzardo in brodetto e alici in carpione, mentre La Vecchia Campana Cantina di Pesce di San Benedetto del Tronto proporrà maccheroncini di Campofilone Igp alle alici e pan de coca alle alici. A mettere nel piatto panzerotti, pizza burrata e alici, ci penserà il Fritto Misto Kitchen Staff che proporrà anche fish kebab, olive ripiene di pesce e mozzarella di bufala con ripieno di alici. Aurelio Damiani, lo Chef che ha fatto la storia della ristorazione marchigiana, darà prova della sua abilità culinaria proponendo spaghetti alici e tartufo estivo dei Sibillini, mentre la Pizzeria Mammarosa di Ortezzano sfoggerà come piatto forte la pizza fritta alle alici. Paolo Orazzini de Il Gusto Etrusco, di San Vincenzo di Livorno, delizierà i visitatori con pappa al pomodoro all’azzurro, mortadella di mare con maionese di uova d’azzurro e panzanella croccante all’azzurro. Dal 3 al 7 luglio, Daniel Gianni di Porto Torres, proporrà tagliata di alletterato con ricotta mustia e fichi, oltre a ravioli di ricotta e borragine con ragù di pesce azzurro e bottarga. L’Enoteca “Vi metto a tavola” di San Benedetto del Tronto, delizierà i visitatori con fusilli mediterranei al ragù di sgombro e bruschettona adriatica, mentre Rosaria Morganti proporrà bombolone salato ripieno di alici e olive. Negli stessi giorni, Sabrina Tuzi prepareràpanino con coppa di pesce azzurro.

In più quest’anno Anghiò propone 50 sfumature di Azzurro, innovativa area dove degustare vini di marca, in abbinamento a piatti preparati da grandi Chef. E per chi desidera conoscere meglio la normativa che regola il settore ittico c’è un interessante convegno a tema. Tutto questo e molto altro ancora è Anghiò 2015: non mancate!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *