Grottammare Anime Buskers, il Festival torna nel borgo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

E’ alle porte la terza edizione del Festival Anime Buskers. L’iniziativa in programma il 17, 18 e 19 luglio è già diventata uno degli appuntamenti più attesi dell’estate grottammarese del vecchio incasato, meritevole, tra l’altro, anche del premio U.R.P.I.G. “Alberto Perozzi” 2014 come migliore iniziativa dell’anno nella sfera sociale a vocazione giovanile.

Autori della manifestazione, che per tre giorni ospita decine di musicisti di strada provenienti dal panorama folk londinese, sono appunto i giovani organizzatori dell’associazione Anime Buskers: “La selezione per portare gli artisti a Grottammare – fanno sapere – è diventata sempre più difficile e stimolante. Quest’anno si esibiranno oltre 20 artisti, tra conferme consolidate, ritorni acclamati dopo una pausa e facce nuove attratte e incuriosite dai racconti epici dei nostri buskers sulla bellezza del Paese Alto e il calore della gente del posto”.

Tra le novità dell’edizione 2015, gli organizzatori annunciano “l’esordio del klezmer, musica scozzese con contaminazioni irish, rivisitato in ottica teatrale, e le antiche ballate tradizionali britanniche”. Le marionette torneranno in via Fraccagnani, mentre il resto dei vicoli del borgo ospiterà spettacoli teatrali, mostre e proiezioni.

“Anche se è arrivato soltanto alla terza edizione – confermano il sindaco Enrico Piergallini e l’assessore alle Politiche giovanili Lorenzo Rossi – Anime Buskers si mantiene uno degli appuntamenti più attesi dell’estate. L’amministrazione comunale ha confermato ed esteso l’investimento su questa iniziativa, che rafforza la vocazione artistica e il carattere cosmopolita del nostro Paese alto”.

Non potevano mancare l’apprezzato “AnimeBuskers market”, ricercato mercatino dell’artigianato e del riuso creativo, e le esibizioni live dei maestri custodi di antiche tradizioni artigiane, ai quali si uniranno, per questa edizione, anche alcuni giovani artigiani per presentare le “arti nuove” sotto le logge di Piazza Peretti. Per salutare la città, una jam session finale caratterizzerà la serata di chiusura, con la presenza di tutti i musicisti ospiti in piazza Peretti.

Ingresso gratuito, con spettacoli “a cappello”, come ricordano il presidente Paolo Piunti e la sua vice Camilla Egidi: “Come sempre e con grande sforzo, l’associazione Anime Buskers mantiene l’ingresso gratuito all’evento invitando tutti voi, come da tradizione, a quantificare il gradimento nel cappello dei nostri ragazzi, sicuri che per una sera saremo tutti Anime Buskers!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *