A tu per tu con Cristina Orsini che ci racconta il suo “Piccolo Principe”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

DanzArteGROTTAMMARE – Sabato 27 giugno alle ore 21.30 in un Teatro delle Energie gremito è andato in scena il “Piccolo Principe”, una rappresentazione tratta dall’omonimo libro di Antonie de Saint Exupéry e portata in scena dalla scuola “DanzArte Academy”
Fin dal primo atto, il teatro è stato gremito da genitori e amici che hanno applaudito le giovani allieve, provenienti dalle scuole di danza di Grottammare e Ripatransone, dell’Insegnante Cristina Orsini.

Dopo una breve introduzione del presentatore Stefano Mancinelli le ragazze della “DanzArte Academy” hanno iniziato a rappresentare la storia del pilota francese che con il suo aereo, a causa di un guasto, precipita nel deserto e fa la conoscenza del “piccolo Principe” che inizia a raccontargli i suoi straordinari viaggi nei diversi pianeti.

Lo spettacolo è proseguito con la messa in scena dei diversi mondi visitati dal Piccolo Principe e dall’intensificarsi dell’amicizia tra quest’ultimo e il pilota francese.

Molto ben curati sono stati anche i costumi creati appositamente dall’Atelier “Madame Marì” di Grottammare.

L’insegnate nonché coreografa dello spettacolo Cristina Orsini ci spiega il perché della scelta del “Piccolo Principe”: “Sin da bambina è stato un libro che mi ha sempre affascinato. L’ho poi riletto durante l’adolescenza e in altri momenti della mia vita e ogni volta gli ho dato un diverso significato”.

Cristina cosa hai cercato di trasmettere attraverso questo saggio, ai bambini e a tutti quelli che lo hanno guardato?
Ho scelto il Piccolo Principe perché rispetto ad altre fiabe, con il racconto di Saint-Exupéry posso dare, oltre allo spettacolo di danza, una formazione, un’educazione, posso trasmettere un messaggio. Un messaggio di amicizia, di rispetto dei valori.
Come dice il libro: “I grandi si sono dimenticati di essere stati bambini”.
Magari ci sono dei genitori che hanno già fatto leggere questo libro ai figli, altri forse no. Forse, grazie a questa rappresentazione, qualche bambina mi dirà di aver ricevuto il libro in regalo dai genitori.

Com’è andato quest’anno a livello accademico?
È andato bene, soprattutto questo è stato un anno importante perché ho inaugurato la scuola di danza a Grottammare. Sono molto contenta delle mie allieve e di come si sono preparate durante l’anno.

E il connubio Ripatransone-Grottammare?
Le due realtà si sono riunite in un unico spettacolo: bambine di Ripatransone e Grottammare hanno ballato insieme e questo ci ha dato la possibilità di creare un momento di comunione tra le due realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *