On the Road onlus: Sapori Migranti, cena etnica per la Giornata Mondiale del Rifugiato

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

unnamedSan Benedetto del Tronto – Il 20 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata del Rifugiato, istituita nel 2000 come occasione per ricordare la condizione di milioni di persone in tutti i continenti costrette a fuggire dai loro Paesi e dalle loro case a causa di persecuzioni, torture, violazioni di diritti umani, conflitti. In Italia è attivo dal 2001 il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) che è composto dalla rete degli enti locali che, con il prezioso contributo delle realtà del terzo settore, realizzano interventi di accoglienza per quanti arrivano sul territorio italiano in cerca di protezione internazionale.

On the Road onlus gestisce, per conto della Provincia di Ascoli Piceno il progetto territoriale di accoglienza nei comuni di Ripatransone, San Benedetto del Tronto e Monteprandone mettendo a disposizione dello SPRAR, complessivamente, n 30 posti di accoglienza, destinati nelle diverse strutture a donne, nuclei familiari con minori e uomini.

Venerdì 19 giugno, alle 20.30, le utenti del progetto SPRAR gestito da On the Road onlus, in collaborazione con il Circolo Sportivo Ricreativo “Elio Fabrizi” di Offida, presenteranno i piatti tipici di diverse culture e tradizioni africane nella cena etnica “Sapori Migranti”. Il menu permetterà di assaggiare piatti provenienti dal Camerun (Ndoba e Plantani), dall’Eritrea (Engera e Zegene, Ferefer) e dalla Nigeria (Rice and Stew, Semola e Egusi Soup).

Il progetto SPRAR ha lo scopo di garantire l’accoglienza, con servizi di orientamento, informazione e accompagnamento verso la riconquista di un’autonomia perduta e con l’obiettivo di rinforzare le opportunità di integrazione delle persone. Sono diverse le iniziative che On the Road onlus metterà in campo in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, anche nei giorni a seguire, per facilitare la conoscenza sul territorio di persone che sono costrette a migrare forzatamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *