A tu per tu con Mascia Moretti, responsabile per la consulta laicale diocesana

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

MasciaDIOCESI – Abbiamo intervistato Mascia Moretti responsabile per la consulta laicale diocesana dal marzo 2014.

Mascia come è nato il tuo impegno in diocesi?
Il mio cammino è nato 25 anni anni fa grazie all’invito di una cara sorella di Sant’Egidio, Martini Vittorina, a cui rivolgo affettuosamente un pensiero, a partecipare al pellegrinaggio diocesano a Loreto (5 agosto 1989).

– Come è stato il tuo cammino personale?
Sono stata inserita sin da piccola nella parrocchia e nel corso degli anni il cammino si è evoluto fino ad arrivare al viaggio sul treno per Lourdes dove ho conosciuto quello che è mio marito. Quindi, lasciata la parrocchia di origine mi sono inserita naturalmente e, spero con mia umiltà, nella diocesi! L’impegno diocesano si è incrementato con l’investitura di mio marito a presidente di sottosezione.

– Da quando sei presidente della Consulta Laicale?
Nel marzo del 2014, il Vescovo Carlo Bresciani mi ha proposto di diventare responsabile per la consulta laicale diocesana (dopo le dimissioni della precedente responsabile Patrizia Bollettini con cui ho collaborato felicemente). Dopo aver riflettuto un minimo, soprattutto per rendermi conto dei miei limiti, ho umilmente accettato, con la speranza di non far abbastanza danni!

– Quale è il compito di questo organismo?
Il ruolo della consulta, in primis, è la collaborazione concreta, vera e libera con il Vescovo quale pastore e tutti gli uffici diocesani, è volgere lo sguardo al contesto territoriale in cui si vive per apportare suggerimenti e vivere e sperimentare l’amore di Cristo attraverso i propri carismi con fraternità, testimoniando che nella vita uniti si può “costruire” qualcosa di veramente grande!

– Come giudichi questo anno pastorale che si sta concludendo? Ci illustri i progetti futuri.
Questo anno pastorale, a mio avviso, è stato sicuramente positivo, alcuni punti davvero interessanti e forti, come le lectio sulla lettera ai Corinzi, gli incontri tenuti al Biancazzurro per i vari “servizi” alla Chiesa, i sussidi, strumenti semplici e diretti e non ultima la veglia di Pentecoste coniugando i verbi del prossimo convegno di Firenze! Per il prossimo anno il Papa ci ha dato già del materiale … Misericordia, partire da lì!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *