Si aggravano le condizioni di Padre Pietro Lavini

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Padre Pietro LaviniPORTO POTENZA PICENA (MACERATA) – Si sono aggravate in queste ore le condizioni di Padre Pietro Lavini, “il muratore di Dio”, frate cappuccino che vive ai 1200 metri dell’Eremo di San Leonardo, nel cuore dei Monti Sibillini.

Padre Pietro, 87 anni, è stato colto da un malore lo scorso novembre e sta seguendo la riabilitazione presso il centro Santo Stefano di Porto Potenza Picena.

Da tutta la Chiesa Truentina una preghiera e un grande abbraccio a Padre Pietro, il cui operato ha contribuito a rendere celebri le Marche in tutto il mondo.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

2 commenti

  • syegano     8 giugno 2015 alle 05:22     Permalink

    E’ stata la persona che mi ha sempre affascinato. Riferimento x tante generazioni. Amo la montagna e quando vado sui Sibillini il mio primo pensiero va a lui come se fosse un’ icona,un simbolo di quelle montagne metà fissa delle escursioni dei campi scuola…. Padre Pietro hai fatto e dato tanto come esempio a Tutti Grazie e forza…… Ricordo con emozione L’ ultima volta che ti ho incontrato ed hai parlato ai ragazzi del campo…

    Rispondi
  • mario     10 giugno 2015 alle 18:48     Permalink

    Siamo vicini a questo GRANDE apostolo con la nostra preghiera. Siamo stati ricevuti nel “suo” Santuario in occasione di una giornata organizzata dal nostro Cenacolo per crescere nella Fede e nell’Amicizia. Vi passo un solo particolare : nelle “sue” celebrazioni non ci si scambiava il “segno della pace ” perchè diceva che il luogo stesso era impregnato di pace.
    Grazie Pietro per il bene che hai voluto al “tuo datore di lavoro” e per la tua grande Fede testimoniata ai tanti pellegrini credenti e non. Dio ti benedica con il Cuore di Maria , la Regina della Pace che veglia sul tuo eremo. Mario e Giovanna Elisei anche a nome di tutti gli “Amici di Medjugorje ” di Civitanova Marche

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *