Ripatransone, celebrata la “Giornata Nazionale del Sollievo”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Silvio Giampieri

RIPATRANSONE – A Ripatransone l’ultima Domenica di Maggio è occasione per partecipare alle celebrazioni della “Giornata Nazionale del Sollievo”, giunta alla sua quattordicesima edizione e sostenuta dalla Fondazione “Gigi Ghirotti.

La realtà Ripana partecipa per la terza volta a questo evento essendo stata la Prima città in Italia a ricevere questo riconoscimento, avendo vinto un concorso rivolto agli alunni della Scuola dell’Infanzia.

La mattinata si è aperta alle ore nove nella Sala Rossa del Municipio con il saluto del Sindaco, Professor Remo Bruni, il quale poi si è collegato assieme ai convenuti tramite un maxischermo, via Skype con il Policlinico Universitario “Agostino Gemelli”, dove era presente un nostro concittadino, il Professor Numa Cellini, a fare gli onori di casa.

Infatti nel nosocomio romano era analogamente in corso una manifestazione celebrativa della giornata del Sollievo in ambito della quale venivano presentate tutte le varie iniziative benefiche e campagne di sensibilizzazione portate avanti nel corso dell’anno.

Quali testimonial erano presenti a Roma alcuni personaggi dello spettacolo come Paola Saluzzi, Fabrizio Frizzi, Milly Carlucci ed alcuni componenti dei “Ricchi e Poveri”.

Durante il collegamento il Sindaco ha annunciato la concretizzazione dell’idea di radunare le altre “Città del Sollievo”, giunte al numero di sette, in un incontro fissato per Domenica 18 Ottobre proprio a Ripatransone quale capofila di queste nuove realtà.

L’Assessore ai Servizi Sociali Dottoressa Barbara Marinelli ha poi presentato le strutture sanitarie e di accoglienza presenti sul territorio, quali la locale Residenza Sanitaria per Anziani, l’Anfass, e ha ringraziato anche le Associazioni di volontari quali AVIS AIDO e la CROCE AZZURRA, per la loro generosità e disponibilità.

Sono stati poi introdotti i relatori della giornata cedendo la parola alla prima, cioè la Dottoressa Lucia Mieli, responsabile Infermieristica/ostetrica della Macroarea del Territorio di San Benedetto del Tronto la quale ha riportato la propria esperienza personale e lavorativa, esponendo alcune criticità della struttura ripana di cui è responsabile e richiamando ad una maggiore attenzione e partecipazione, partendo proprio da quanto sinora fatto grazie al progetto “Città del Sollievo”.

Ha preso poi la parola il Dottor Silvio Giampieri che era stato invitato a presentare alcune testimonianze di fede prendendo spunto da figure di santi che mossi dallo zelo della carità e dal bisogno di fare di più per il prossimo, tanto si sono adoperati per gli ammalati. Tra questi la Beata Madre Teresa di Calcutta e San Camillo del Lellis, alla sequela del quale fu anche un nostro concittadino Giacomo Giacopetti, la cui memoria storica è stata recentemente riscoperta.

Per ultimo è intervenuto il Dottor Mastrosani, medico di base, il quale ha invitato pure a ripensare lo stile con il quale ci si relaziona all’interno delle strutture sanitarie.

La presidente del Consiglio Comunale, Professoressa Diana De Angelis ha poi annunciato che nei prossimi mesi alcuni operatori del Servizio Civile saranno destinati anche ad essere attivi presso il locale RSA.

La notizia è stata salutata dai presenti con viva gioia essendo il segno di un impegno concreto dell’Amministrazione Comunale di Ripatransone nel progetto del Sollievo.

Sul finire hanno preso la parola i giovani facenti parte del Consiglio Comunale Ragazzi, accompagnati dalla loro responsabile, Professoressa Sabina Bagalini, che hanno riferito circa la loro attività generale e le esperienze specifiche nell’RSA.

Anche questa loro testimonianza è stata molto apprezzata poiché traccia di uno stile educativo attento anche alla sensibilizzazione delle problematiche di malati e anziani.

L’evento è stato allietato da un coro composto dai piccoli allievi della Scuola dell’Infanzia Valtesino che hanno intercalato gli interventi con le loro esibizioni, diretti dalle loro insegnanti tra cui in prima linea Nena Antonelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *