Ravenna festeggia Dante Alighieri nel 750° dalla nascita

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Prende il via questa sera la ventiseiesima edizione di Ravenna Festival, dedicata a Dante Alighieri nel 750° dalla nascita, con un concerto – alle 21 al Pala De André – che vedrà il ritorno di Zubin Mehta sul podio della “sua” Orchestra del maggio musicale fiorentino che dirige da trent‘anni. In cartellone un programma classico-romantico che si aprirà con l‘Ouverture “Leonore n.3” di Beethoven; seguiranno il “Preludio e morte di Isotta” di Wagner e la sinfonia n.6 di Ćaikovskij “Patetica”. L‘edizione 2015 del Festival sarà dedicata a Dante e segnerà l‘incipit di un percorso, della durata di sette anni, con scansione biennale, che si concluderà nel 2021, VII centenario della morte del poeta avvenuta a Ravenna, che ne custodisce le spoglie. Tappe di questo percorso saranno altrettanti lavori e progetti commissionati dal Festival ad artisti che operano nei diversi linguaggi della creazione contemporanea per “mettere in evidenza”, spiegano i promotori, “l‘attualità vivificante dei capolavori danteschi, in primis la Commedia”. Venerdì sera sarà in scena la video-opera sul Paradiso “L‘amor che move il sole e l‘altre stelle”, commissionata dal Festival al compositore Adriano Guarnieri, mentre Nicola Piovani sta scrivendo, sempre per il festival, una creazione musicale ispirata alla “Vita nuova”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *