Fazzini ambasciatore delle Marche all’Expo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

FazziniGROTTAMMARE – Il “Giovane che declama” di Pericle Fazzini è l’opera-testimonial delle Marche nella mostra “Il tesoro d’Italia”, curata dal critico d’arte Vittorio Sgarbi ed attualmente in corso nel padiglione Eataly, all’Expo di Milano.

Lo comunica con orgoglio il nipote dello scultore grottammarese Emanuele Buzzanca Fazzini che accompagna la notizia con un breve commento: “Spero che questa ennesima testimonianza della grandezza dello scultore originario di Grottammare faccia capire l’importanza delle sue opere famose in tutto il mondo e presenti nei più importanti musei e presso le più prestigiose collezioni”.

Il “Giovane che declama” è un’opera in bronzo realizzata da Pericle Fazzini nel 1937. Già esposta in molti musei del mondo, è stata scelta da Vittorio Sgarbi per rappresentare  le Marche nella sezione arte del Novecento della mostra “Il tesoro d’Italia”. L’allestimento in corso all’Expo fino al 31 ottobre, infatti, è un repertorio delle più rappresentative opere dell’arte italiana che conta 60 artisti dell’età antica, 20 artisti contemporanei viventi e 20 artisti del Novecento, uno per ogni regione.

L’esposizione dell’opera fazziniana ricorda la presenza di Grottammare all’esposizione universale di Milano. Come annunciato nelle settimane scorse, la Città sarà presente all’Expo dal 29 giugno al 5 luglio, nello stand riservato ai Borghi più belli d’Italia, insieme ai comuni di Gradara, Macerata Feltria, Mondolfo, Monte Grimano Terme e Treia. La partecipazione prevede la possibilità di promuovere la località attraverso foto, video e altro materiale di comunicazione, prodotto sia dall’ente pubblico che dalle strutture ricettive e di ristorazione del luogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *