Riscoperta al Trivio “La Festa Della Madonna Ausiliatrice”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Don NicolaDi Silvio Giampieri

RIPATRANSONE – Domenica 24 Maggio assieme Solennità di Pentecoste, che richiama i cristiani all’unità nella diversità dei carismi, è coincisa la memoria liturgica di Maria Ausiliatrice, titolare della Parrocchia del Trivio di Ripatransone.

Tradizionalmente la festa in questa località ricorre l’8 Settembre, giorno nel quale la chiesa faceva memoria della Natività della Madonna, essendo questo il titolo dell’antica chiesa rurale ivi un tempo sita.

Quest’anno il Parroco Don Nicola Spinozzi ha pensato bene di scrivere una lettera a tutti i parrocchiani proponendo giustamente di ricordare il titolo di Maria Ausiliatrice, non tanto con spirito devozionale, ma per vivere un ulteriore momento di comunione di tutta la comunità parrocchiale.

La mattinata si è aperta alle ore 10,00 con una processione col simulacro della Vergine, per le vie prospicienti la chiesa, durante la quale ha prestato servizio liturgico la Confraternita della Madonna di San Giovanni di Ripatransone nella quale è presente una nutrita componente di residenti nella località del Trivio.

Alla celebrazione Eucaristica hanno poi partecipato i bambini che avevano ricevuto la prima Comunione Domenica 17 Maggio assieme a quelli che analogamente si sono accostati a questo sacramento a Cossignano, dove Don Nicola pure è Parroco, proprio per sottolineare l’unità con la limitrofa realtà parrocchiale.

Presenti anche l’Assessore Roberto Pasquali con altri membri in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale ed alcuni concittadini che dal capoluogo volentieri hanno partecipato a questo momento festoso.

Al termine della santa Messa ha avuto luogo un piccolo convivio con un lauto rinfresco, vissuto nello spirito di condivisione dell’esperienza, favorendo lo scambio reciproco di idee e suggerimenti.

Ciascuno ha portato con semplicità il proprio contributo materiale o partecipando con il servizio, com’era nell’intenzione pastorale e come ben sottolineava anche la liturgia della Pentecoste .

Viva soddisfazione è stata espressa da don Nicola e dai presenti per aver raggiunto assieme lo scopo di questa iniziativa, cioè la partecipazione di tutti i parrocchiani, aldilà dell’appartenenza a comitati, confraternite o ad altre realtà presenti, e peraltro ben funzionanti, riscoprendo la propria identità di comunità parrocchiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *