ANNULLATO A Cupra Marittima si apre la I edizione del Marano Fantasy Fest

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Marano

ANNULLATO A CAUSA DEL MALTEMPO A DATA DA DESTINARSI

CUPRA MARITTIMA – Sabato 23 e domenica 24 maggio a Cupra Marittima si tiene la prima edizione del Marano Fantasy Fest, il primo festival nel territorio piceno, ed oltre, interamente dedicato al mondo della fantasia. Marano, borgo medievale situato su uno dei tre colli di Cupra Marittima, ospita una panoramica a 360 gradi sul racconto di genere fantastico, sia esso letterario, cinematografico, artistico o musicale.

Il festival, che apre ufficialmente alle ore 15.30 di sabato 23 e va avanti fino alle 22.30 del giorno successivo, è stato ideato nel 2014 da un gruppo di amici appassionati di fantasy e fantascienza, fortemente voluto dall’Assessorato al Turismo in stretta collaborazione con l’Assessorato alle Politiche sociali e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Cupra Marittima, ed organizzato dal Comune di Cupra Marittima, dalla Pro Loco di Cupra Marittima, dalla Consulta Giovanile “Francesco Brutti”, dal Gruppo Storico Cuprense e dall’Associazione Culturale Alta Fedeltà, vede, inoltre, il coinvolgimento di numerose associazioni, enti ed attività locali.

Nella giornata di sabato 23 a Cupra Marittima è inoltre prevista la Re-inaugurazione, presso la Stazione Ferroviaria, dell’Expo di Arte Contemporanea di Marche Centro d’Arte, a partire dalle ore 16.30 sarà quindi possibile visitare, oltre al Festival, anche Minima curvatura (Il tempo come differenza) la bellissima mostra a cura di Anna Rita Chiocca che presenta le opere di Francesca Gentili, Giovanni Presutti. Josephine Sassu, Marco Scozzaro.

Il programma del Marano Fantasy Fest è ricco e variegato si parte il 23 maggio alle ore 15.30 con la cerimonia di apertura e si prosegue fino alle 24.00 quando termina il concerto di colonne sonore, in mezzo sono previste moltissime attività: Dimostrazione di tiro con l’arco – a cura della Polisportiva “Regina Pacis” di Massignano, “Il ritorno di Aslan a Narnia” – Letture animate a cura di Carla Civardi e Salvo Lo Presti, Inaugurazione delle mostre: “Piero Crida: L’Arte di illustrare J.J.R. Tolkien” e “Tolkieniano Collection” – “Illustrare Tolkien: Dalle parole alle immagini” Incontro con Piero Crida – “Il collezionismo tolkieniano: dove, come, quando e perché”, “Fiabe marchigiane” – Letture animate a cura di Carla Civardi e Salvo Lo Presti, Dimostrazione di “Munera Gladiatoria” – a cura del gruppo “Ludus Cuprensis” scuola gladiatori “GSC Artocria”, “Dalla fantasia al segno grafico” – workshop con gli autori Gianluca Manzo e Francesco di Pastena, Presentazione del romanzo “I demoni delle campagne” – e incontro con l’autore Martino Savorani, The Soundtracker – Concerto di colonne sonore

Domenica 24 maggio alle ore 10.00-13.00/15.00-16.00 sarà possibile effettuare le Iscrizioni a gara Cosplay e Caccia al Tesoro

A partire dalle ore 15.00 riaprono gli stand e si prosegue con un ricchissimo programma: Dimostrazione di tiro con l’arco, Presentazione Giochi di ruolo e racconti fantasy – a cura di LimanaUmanita, “Il ritorno di Aslan a Narnia” Letture animate, Dimostrazione di “Munera Gladiatoria”, Inizio della “Caccia al Tesoro di Smaug” – a cura del CSI San Basso, Conferenza “Radici profonde non gelano” – Incontro con Paolo Gulisano, Dimostrazione di tiro con l’arco, “Fiabe marchigiane”, Cosplay Contest e premiazione caccia al tesoro, “Il ritorno di Aslan a Narnia”, Conferenza “Tolkien e i fumetti” – a cura di Oronzo Cilli, Dimostrazione di “Munera Gladiatoria”, “Fiabe marchigiane”, Proiezione del cortometraggio “La Corona delle Cento Torri” – a cura dell’Ass. Culturale 4LLO, Spettacolo “Il Sabba delle streghe” – a cura di Martina Crescenzi e Ass. “Gli Aironi”, Cerimonia di Chiusura Festival – a cura della Polisportiva “Regina Pacis” di Massignano.

Il programma completo può essere consultato visitando il seguente link https://maranofantasyfest.wordpress.com/il-festival/marano-fantasy-festival-2015-radici-profonde-non-gelano/

Il medievale borgo di Marano, il Paese Alto di Cupra Marittima, è il suggestivo scenario dove le risa dei giochi dei bambini, il colore dei cosplayer , il clangore delle spade, le note che escono dagli strumenti, e le pacate riflessioni letterarie incontrano la Storia vissuta da un borgo (e dai suoi abitanti) che nei secoli ha resistito ad attacchi saraceni, incursioni barbariche e giochi di potere.

I miti e le leggende paesane incontrano i miti e le leggende letterarie per dare vita ad una festa unica, dove lo scenario è importante quanto gli attori e i 5 sensi sono stimolati in egual maniera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *