Gli scout della diocesi aderiscono alla Veglia di Pentecoste diocesana

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Leggi anche

Parrocchie, la Consulta Laicale propone un sussidio in vista della Veglia di Pentecoste

I cori della diocesi sono invitati alle prove per la veglia di Pentecoste

DIOCESI – La veglia di Pentecoste si terrà il 23 maggio a San Benedetto del Tronto e in queste settimane sta vedendo lavorare fianco a fianco tutte le associazioni e i movimenti presenti nella nostra diocesi.

La veglia avrà inizio alle ore 21.00 nella Cattedrale Madonna della Marina per poi giungere a piedi presso le Suore Concezioniste.
La processione sosterà in 5 punti, richiamando i 5 verbi che scandiscono la preparazione al Convegno Ecclesiale di Firenze del prossimo novembre (uscire, annunciare, educare, abitare, trasfigurare).
Di seguito pubblichiamo la lettera di adesione degli scout della Diocesi alla Veglia a firma di Laura Curzi.

“Carissimi,
come referente dei gruppi scout per la Diocesi di SBT vorrei comunicarvi la mia gioia e il mio desiderio di incontrarvi tutti nella sera del 23 maggio per la veglia di Pentecoste.
Siamo chiamati ad USCIRE, ma cosa vuol dire uscire? e dove stiamo andando?
L’invito della prima tappa di questa veglia è di ritrovare l’unità per uscire nel mondo con la sapienza della croce e insieme alle altre comunità e movimenti siamo chiamati ad essere testimoni di una Chiesa viva e gioiosa.
Non vuole essere una mail di propaganda a partecipare per fare numero o per darci visibilità, ma bensì un invito personale a vivere la dimensione vera della comunità cristiana, chiesa di Cristo.
Tante volte abbiamo chiesto di non essere soltanto il movimento giovanile del servizio d’ordine e da un po’ di tempo ci stiamo impegnando per essere più partecipi negli eventi diocesani.
Siamo chiamati ad animare un momento di preghiera lungo il cammino e possiamo farlo come vogliamo: con canti, preghiere e gesti significativi per comunicare a tutti la nostra voglia di uscire da noi stessi ed andare incontro agli altri.
E’ per questo che vi chiedo di non ignorare questa chiamata ad essere Chiesa, comunicandomi prima possibile il numero di ragazzi e capi che parteciperanno alla veglia, oltre alle idee per l’animazione del cammino dalla Cattedrale a piazza Matteotti (il giro sarà quello più lungo).
A breve vi invio anche la mail per chi vuole partecipare al coro comunitario.
Chiedo scusa a tutti se non sono stata in grado di comunicarvi la bellezza e la gioia della partecipazione agli eventi diocesani ma sono sicura che sarà questa l’occasione da cui ripartire per dare un volto nuovo anche alla nostra associazione”.

Veglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *