Grottammare, rifiuti tracciabili, Bellosguardo-Sgariglia è “pilota”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

RifiutiGROTTAMMARE – In attesa di avviare la sperimentazione del sistema di raccolta “porta a porta” informatizzato  nel quartiere Belloguardo-Sgariglia, prosegue ancora questa settimana il piano di pulizia stradale programmato dalla Picenambiente spa per il quartiere Ascolani.

Venerdì 8 maggio, ad essere interessati dai lavori di pulizia saranno le vie Foscolo e D’Azeglio. Sosta vietata dunque per quel giorno, dalle ore 8 fino al termine dell’opera, pena la rimozione dei mezzi.

Il piano di pulizia meccanizzata terminerà in via Parini la prossima settimana per poi riavviarsi in zona Valtesino.

Come annunciato nelle settimane scorse, è imminente l’avvio di una nuova sperimentazione della raccolta porta a porta informatizzata nel quartiere Bellosguardo-Sgariglia, scelto ancora come quartiere pilota.

Lunedì 11 maggio, nel corso di una assemblea di quartiere, i tecnici della Picenambiente spa illustreranno le novità legate al nuovo sistema per la raccolta dei rifiuti domestici. L’incontro si terrà nella sede del circolo anziani Fulgenzi di via Firenze, con inizio alle ore 21. Nei giorni successivi, avverrà l’attivazione di un eco-sportello si zona, per garantire la massima informazione e attrezzare i residenti con i nuovi bidoni dotati di apparecchiature elettroniche.

Presentato nelle settimane scorse, il porta a porta informatizzato permetterà di rilevare per ogni utenza l’effettivo carico dello smaltimento dei rifiuti, attraverso la tracciabilità elettronica assicurata dalla presenza di un microchip su ogni mastello in dotazione. Nessun cambiamento per quanto riguarda la metodologia di conferimento – scandito sempre da un calendario settimanale a seconda del tipo di rifiuto – ma solo dal punto di vista della forma del conferimento, legata all’uso dei nuovi cassonetti e non più di sacchetti di plastica.

L’obiettivo a cui il Comune di Grottammare e la Picenambiente spa ambiscono è di raggiungere livelli del 75% di rifiuti differenziati, oltrepassando di 10 punti percentuali il limite del 65% indicato per legge che, comunque, la Città ha ampiamente superato attestandosi a fine 2014 al 67%. Per quanto riguarda il cittadino, lo scenario della raccolta con tracciabilità elettronica va verso la possibilità di applicazione della tariffa puntuale, quel metodo cioè che permette di pagare per la quantità dei rifiuti prodotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *