Provincia, tirocini formativi all’estero per 100 giovani del territorio

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

D'ErasmoCOMUNI Il progetto 4S finanziato nell’ambito del programma europeo Erasmus+ 2014-2020, di cui la Provincia di Ascoli Piceno è Ente capofila in collaborazione con EuroCentro S.r.l. e che consentirà a cento studenti delle classi IV e V degli Istituti scolastici del territorio di svolgere un tirocinio formativo all’estero di 3 settimane, entra nella fase operativa. Si sono infatti tenuti oggi, nella sala del Consiglio Provinciale, i colloqui di selezione per l’assegnazione delle 48 borse di studio destinate agli istituti scolastici di Ascoli Piceno aderenti al progetto: Liceo Artistico “O. Licini”, Liceo Classico “F. Stabili”, Istituto Agrario “C. Ulpiani”, Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri “Umberto I”, Istituto Tecnico Tecnologico “E. Fermi”, Istituto d’Istruzione Superiore “G. Sacconi”, Istituto Professionale Statale Industria/Artigianato, IPSCT “A. Ceci”.

A fare un “in bocca al lupo” ai ragazzi c’era il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo che ha sottolineato “l’importanza di vivere al meglio e con entusiasmo questa esperienza europea davvero speciale per avvicinarsi al mondo del lavoro in un contesto di particolare interesse. I settori coinvolti sono infatti quelli delineati nella Nuova Programmazione Europea 2020, legati alla green economy, al turismo, all’ambiente e alle nuove tecnologie. La Provincia – ha aggiunto il Presidente – ha ottenuto per tale intervento un finanziamento di oltre 220 mila euro nell’ambito del proficuo lavoro promosso dal nuovo Ufficio Europa dedicato proprio ad intercettare finanziamenti comunitari a favore del Piceno”.

Al termine dell’esperienza transnazionale – hanno evidenziato i funzionari dell’Ufficio Europa Lorella Bovara e Simona Costantini – ai partecipanti sarà rilasciato l’attestato ‘Europas Mobilità’ documento comunitario che certifica i periodi di alternanza scuola – lavoro all’estero e i ragazzi potranno usufruire dell’ECVET un sistema di trasferimento che riconosce i crediti formativi conseguiti in altri paesi europei rendendo i vari sistemi nazionali di qualificazione più flessibili”.

“Le selezioni per le restanti borse di studio rivolte agli studenti dell’Istituto Professionale Industria e Artigianato IPSIA e Istituto Tecnico settore Economico e Liceo Linguistico “A. Capriotti” di San Benedetto – ricorda la dirigente del servizio Politiche Comunitarie Luigina Amurri – si svolgeranno il 5 maggio nel Centro Locale della Formazione a San Benedetto del Tronto. E nel periodo luglio – agosto partirà il primo flusso di studenti verso i paesi partner dell’iniziativa: Francia, Irlanda, Inghilterra, Repubblica Ceca, Austria, Germania, Slovenia e Spagna”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *