La comunità Ripana ricorda Don Pippo (Filippo Consorti)

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Don PippoSilvio Giampieri

RIPATRANSONE – Ogni anno il 25 Aprile è l’occasione per la comunità parrocchiale Ripana per ricordare Don Filippo Consorti, un tempo parroco della cattedrale e rimasto nel cuore di tanti fedeli.

Ricorrendo poi nel 2015 il ventennale della sua morte, si è pensato di dare corpo ad un’iniziativa più memorabile e che fosse al contempo di aggregazione per gli amici ed ex chierichetti di “Don Pippo”.

È stato organizzato quindi un pellegrinaggio a Loreto, che rappresenta uno dei santuari meta dei pellegrinaggi, organizzati tradizionalmente dal sacerdote tra le sue attività pastorali.

Nella mattinata di questo giorno di festa, un pullman è partito da Ripatransone per raccogliere anche a Grottammare e Cupramarittima alcuni ex parrocchiani del Duomo provenienti ora dai paesi limitrofi.

Durante il viaggio ciascuno dei presenti è stato invitato a fornire un ricordo personale di Don Pippo, ed al contempo anche del Canonico Don Vittorio Perozzi, essendone occorsa da pochi giorni la morte e trattandosi di una figura che per molti anni ha operato nella cattedrale ripana.

È stata rinverdita la memoria anche di alcuni collaboratori e benefattori parrocchiali, persone che nella loro quotidianità hanno saputo tenere vivo il dinamismo della vita ecclesiale.

Nella Basilica Lauretana, dopo la possibilità di accedere al Sacramento della Riconciliazione, ha avuto luogo la celebrazione Eucaristica nella cappella del Crocifisso che insiste in uno degli ambienti dell’ampia cripta. A presiedere il momento di preghiera è stato Padre Aro, il quale ha accompagnato nel viaggio la comitiva e che nella sua omelia ha saputo coniugare la figura di San Marco, di cui ricorreva la memoria liturgica, con l’attività pastorale di Don Pippo, essendosi previamente documentato attraverso alcune testimonianze scritte ed orali.

Un ringraziamento va anche al Maestro Vincenzo Travaglini per l’animazione musicale e a Padre Giuseppe Santarelli per la sua disponibilità nel mettere a disposizione gli ambienti per la celebrazione.

Per il gruppo di fedeli è stato inoltre possibile visitare i camminamenti di ronda che corrono lungo il perimetro e l’abside della Basilica della Santa Casa di Loreto, e che offrono un panorama spettacolare sul territorio circostante, spaziando dai monti al mare.

Al termine della visita c’è stata una tappa conviviale presso il ristorante “Pellegrino e Pace” durante la quale si è avuto modo di ricordare aneddoti e rinverdire alcune memorie del passato.

Di sicuro una bella iniziativa che ha coniugato il ricordo, la preghiera, la riflessione e la convivialità facendo memoria della figura sacerdotale di Don Pippo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *