Incontro volontari diocesani: Occorre reagire alla “globalizzazione dell’indifferenza”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Volontari 27 aprileDi Don Lanfranco Iachetti

DIOCESI – Molte povertà sono provocate da una carestia di occhi nuovi che sappiano vedere.
Nel secondo incontro del corso per volontari della Caritas Diocesana e delle Caritas parrocchiali, degli altri gruppi di volontariato, Simone Breccia della Caritas di Ancona-Osimo, ha aiutato a leggere la mappatura delle povertà e delle emergenze del territorio, partendo dalla nostra regione Marche.
L’osservazione è necessaria per poter dare risposte adeguate a quello che vediamo, e saper discernere le povertà relative e le povertà assolute.
Occorre reagire alla “globalizzazione dell’indifferenza”, come ebbe a dire Papa Francesco a Lampedusa.
Alcune vie possibili da percorrere nella formazione del volontariato possono essere:
· Prossimità e reciprocità
· Riduzione delle distanze.
· Mettersi al posto dell’altro,
· Vivere relazioni umane di condivisione.
Per dirla ancora con don Tonino Bello, avere dei “Volti rivolti e Volti Coinvolti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *