Papa Francesco all’Azione Cattolica: privilegiare i deboli e i lontani

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Papa FrancescoUn “cordiale e beneaugurante pensiero” in occasione del convegno delle presidenze diocesane, apertosi ieri a Roma sul tema “La realtà ‘sorprende’ l’idea. La missionarietà dell’Ac alla luce della Evangelii gaudium”: è il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano, a trasmettere all’Azione cattolica il saluto di Papa Francesco ai convenuti. Il Santo Padre esorta l’associazione “a rinnovare la scelta missionaria, aprendosi agli orizzonti che lo Spirito indica per una nuova giovinezza dell’apostolato, per arrivare a tutti con il balsamo della misericordia, privilegiando chi si sente lontano e le fasce più deboli e dimenticate della popolazione”.

Papa Bergoglio “auspica che le giornate di studio suscitino nei partecipanti rinnovato slancio apostolico animato da forte passione per la vita della gente, per contribuire alla trasformazione della società e orientarla sulla via del bene”. Il pontefice, si legge nel telegramma recapitato all’Ac tramite l’assistente generale mons. Mansueto Banchi, “mentre invoca copiosi doni del divino Spirito, chiede di pregare a sostegno del suo ministero di successore dell’apostolo Pietro, per intercessione della Vergine immacolata”, e invia “di cuore” ai partecipanti e alla presidenza nazionale di Ac la benedizione apostolica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *