Amref Health Africa “un pianeta fortemente disuguale in termini di salute, dove l‘Africa continua a essere il continente con gli indicatori più drammatici”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

AfricaMONDO – Pur considerando che “importanti passi in avanti sono stati compiuti negli ultimi anni”, “molto c‘è ancora da fare” sul diritto alla salute. Mentre ricorre, ieri, la Giornata mondiale della salute, Amref Health Africa osserva come il nostro sia “un pianeta fortemente disuguale in termini di salute, dove l‘Africa continua a essere il continente con gli indicatori più drammatici”. Secondo le stime dell‘Organizzazione mondiale della sanità, tra il 2000 e il 2012 la sopravvivenza dei bambini è migliorata in modo significativo, con un tasso di mortalità dei bambini sotto i 5 anni passato da 75 a 48 ogni mille nati vivi.
“È altrettanto vero e drammatico però – aggiunge Amref – che nel 2012 erano ancora circa 6,6 milioni i bambini a morire prima dei 5 anni, come riporta lo stesso documento. Al di là delle cifre assolute, in fenomeni di disuguaglianza emergono prepotentemente se si guarda al personale e alle infrastrutture sanitarie. Nel mondo la media degli infermieri e delle ostetriche è di oltre 28 su 10mila persone, in Africa risultano 12, in Europa 80”. E i dati del’Oms mostrano, per il continente africano, “numeri sotto la media anche per gli ospedali e i letti a disposizione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *