Abbandono dei neonati, l’importanza delle Culle per la vita

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

neonati“Ci riempie di gioia che l’abbandono del neonato avvenuto ieri a Cormano si sia risolto positivamente. Probabilmente il desiderio di chi lo ha abbandonato non era che egli morisse, ma che qualcuno lo ritrovasse e se ne prendesse cura.
Lo afferma Gian Luigi Gigli, presidente del Movimento per la vita, a proposito del neonato di una settimana trovato da alcuni passanti sul ciglio della strada a Cormano, nel Milanese. “Purtroppo – prosegue Gigli – non sempre è andata così e spesso l’abbandono è diventato dramma”. “L’accaduto, a poche ore di distanza dal ritrovamento di Giarre (sabato, ndr) che pure si è concluso positivamente, sottolinea ancora una volta – sostiene il presidente del Mpv – l’urgenza di una campagna di informazione per incoraggiare le gestanti che non vogliono o non possono tenere il bambino a evitare aborto e infanticidio e ad avvalersi delle leggi che ne consentono il disconoscimento dopo il parto, nel pieno rispetto dell‘anonimato”. Il Movimento per la vita, conclude, “sollecita anche le autorità sanitarie a promuovere la conoscenza della rete delle circa 50 Culle per la vita realizzate in gran parte dal Movimento che, come a Giarre, sono presenti in tutta Italia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *