Montalto, i riti del triduo Pasquale sottolineano la vita nuova della Pasqua

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Parrocchia Montalto delle Marche

Di Lauretanum

MONTALTO DELLE MARCHE – La Settimana Santa nella Basilica Concattedrale di Montalto si è arricchita nella mattinata di Mercoledì scorso di una Celebrazione, riproposta con entusiasmo quest’anno dal Dirigente scolastico e dal Personale docente e non docente del locale Istituto Scolastico Comprensivo, che ha visto la numerosissima partecipazione dei bambini e dei ragazzi della Scuola Primaria e Secondaria di primo grado del capoluogo sistino.

Nell’affollare l’aula liturgica della Concattedrale, accolti dal perdono di Dio, celebrato per molti di loro nel Sacramento della Riconciliazione (in tanti hanno avuto, fin dalla prima mattinata la possibilità di accostarsi al Parroco per fare la Confessione…), e resi particolarmente partecipi della Liturgia eucaristica, i giovanissimi partecipanti alla Celebrazione hanno potuto percepire l’importanza dei giorni Santi, a cui la Comunità cristiana presta una importanza assoluta.
Certamente tale importanza non è data solo dalla ricchezza dei Solenni Riti, che si compiono in questi giorni, ma anche dal contenuto di Fede e di Amore che essi vogliono trasmetterci e al quale vogliono condurci.

Proseguendo il cammino verso la Pasqua ieri, Giovedì 2, nella Cena del Signore, dal pomeriggio sono restate aperte le chiese parrocchiali di Patrignone e di Porchia per la preghiera di adorazione davanti all’Altare della Reposizione fin dalle ore 18; in Concattedrale si è celebrata la Solenne Messa della Cena del Signore alle ore 21 e si è poi sostati in preghiera di adorazione davanti all’Altare della Reposizione dal termine della stessa fino alla mezzanotte.

Gli appuntamenti dei prossimi giorni, a cui tutti dobbiamo sentirci personalmente invitati e chiamati:
Venerdì 3, nella Passione del Signore, in Concattedrale, si svolge la Solenne Azione liturgica della Passione del Signore alle ore 20:30; al termine si svolge la processione del Cristo Morto per le vie cittadine, secondo il percorso consueto.
Poi Sabato 4, in Concattedrale, si celebra la Veglia pasquale nella Risurrezione del Signore dalle ore 22:30, con inizio sul sagrato della stessa per la Benedizione del fuoco nuovo.
Infine Domenica 5, Solennità della Pasqua di Risurrezione, si celebra secondo l’orario festivo consueto; nel pomeriggio, eccezionalmente, presso la Casa di Riposo si celebra la Santa Messa alle ore 19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *