IIS Capriotti: un modo alternativo di “fare assemblea”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Fernando Palestini

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ approdata all’IIS Capriotti un’idea alternativa di “fare assemblea”, un’attività che solitamente presidi e docenti guardano di sbieco e, non a torto, con diffidenza, associandola immediatamente ad un “inutile spreco di tempo” che “si sarebbe potuto impiegare per avvantaggiare le interrogazioni di storia o spiegare nuovi argomenti di matematica”.

Questa volta, invece, il dirigente scolastico Elisa Vita ha deciso di accogliere le proposte dei rappresentanti d’istituto per organizzare due giornate – martedì 31 marzo e mercoledì  1 aprile – all’insegna dell’approfondimento di tematiche culturali più prossime al mondo giovanile al di fuori delle aule e delle lezioni curriculari.

“Ritengo che determinate iniziative debbano essere sostenute e incentivate”  dichiara la dirigente. “ I ragazzi spesso ci sorprendono positivamente e soprattutto quando sono in grado di strutturare un programma corposo e impegnativo come nel caso specifico, la Scuola non può che essere soddisfatta e compiacersi perché è riuscita a raggiungere gli obiettivi prefissi: fare cultura e formare cittadini”.

Educazione sessuale, sistema politico e diritti penali, costituzionalismo, effetti dei media e dei mezzi di comunicazione, prevenzione all’alcol e alle droghe sono stati alcuni degli argomenti trattati attraverso incontri con specialisti e membri di associazioni locali, dibattiti e documenti video.

“Spesso l’assemblea d’istituto è percepita dagli studenti  semplicemente come un momento di svago per perdere le lezioni – afferma uno dei rappresentanti – Noi, invece, abbiamo voluto dare un’idea diversa, anzi, ripristinare quel senso di partecipazione costruttiva che è uno dei reali motivi per cui è stata istituita”.

Otto sono state le attività previste – rispettivamente quattro dedicate alle classi del biennio e le restanti per il triennio ripartite in due giornate differenti – che hanno coinvolto le seguenti associazioni e specialisti: l’AIED di Ascoli Piceno, la Dott.ssa Vici del Comune di  San Benedetto del Tronto, Radio Incredibile, Andrea Giancarli autore del cortometraggio “I care”, Piergiorgio Natali in qualità di studente di legge all’Università Sapienza, il prof. Roberto Quercia per le tecniche mentali, l’associazione Tandem Intercultura di Grottammare con il fotografo e reporter Ennio Brilli e il dr. Francesco Liberati sulla psicanalisi.

Durante le ultime due ore si è svolto, grazie anche alla collaborazione con Radio Azzurra e con l’ex alunno dell’ITC Luca Sestili, il tradizionale appuntamento annuale con ITC’s Got Talent, un “talent show” in cui gli studenti hanno potuto mostrare la propria vena artistica, le loro abilità musicali e canore. Sono stati infatti selezionati i vincitori, per le due categorie, cui è stato consegnato un premio simbolico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *