Week end culturale a Monteprandone

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Teatro Concordiadi Michela Galieni

MONTEPRANDONE – Il Centro Pacetti di via San Giacomo, 107 di Centobuchi si conferma il punto di riferimento dell’offerta culturale, ospitando nel week end una varia programmazione d’iniziative culturali.

Nell’ambito dell’iniziativa “Primarte: l’arte al Femminile” promossa dall’associazione “Alchimie d’Arte”, sabato 28 marzo alle ore 17:00 la psicoterapeuta dott.ssa Antonella Baioicchi presenta il suo libro “Arrivederci, non Addio”.  Nelle intenzioni, l’autrice intende soffermarsi sulle maggiori sofferenze (psicologiche, psichiatriche, relazionali) che appesantiscono la quotidianità causate dall’Analfabetismo Psicologico, dalla non conoscenza e quindi dall’ingovernabilità del proprio Mondo Interiore. Attraverso schede illustrate, la dott.ssa Antonella Baioicchi rende accessibili concetti e strumenti per promuovere in Se Stessi e negli Altri il superamento della Paura della Morte e una visione ottimistica della Vita.

Domenica 29 marzo 2015 ore 16:30 l’Associazione culturale Seblie organizza il “Caffè Letterario Novecento”. Protagonisti gli amanti di lettura per dialogare di poesia, narrativa ed ogni argomento collegato alla letteratura. L’incontro aderisce al progetto #ioleggoperchè, iniziativa nazionale di promozione del libro e della lettura rivolta a futuri lettori di ogni età ed estrazione sociale. Durante l’incontro saranno distribuiti i libri del kit di #ioleggoperchè tra i presenti, in modo che ciascuno possa regalarne ad un non lettore.

All’incontro letterario, segue “Spotting”, 4° appuntamento della Stagione Teatrale Monteprandone 2015, alle ore 17:30 presso l’Auditorium, a cura dell’associazione “Nuovo Teatro Piceno” sotto la direzione artistica di Tonino Simonetti.

Concepita come un reality show, con un testo ironico e divertente anche per l’abbondante uso del dialetto romano, la commedia de “La Stabile degli Stracci” di Roma, ha un finale aperto. I tre protagonisti: marito, moglie, figlio, espongono al pubblico le loro ragioni sulla vicenda che li vede coinvolti. Alla fine il pubblico sarà invitato a scegliere, applaudendo, uno dei quattro finali proposti. Il biglietto singolo d’ingresso sarà staccato a 5 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *