Avis Ripatransone, che passione!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Avis 2

RIPATRANSONE – Nella tarda mattinata di domenica scorsa si è tenuta a Ripatransone l’annuale Assemblea ordinaria degli associati della locale AVIS comunale.

Il Presidente Decio Marinelli ha aperto i lavori relazionando in merito alle attività dell’associazione nell’arco dell’anno appena trascorso. In modo particolare negli ultimi mesi è avvenuto l’accreditamento del punto prelievi ripano, ora adeguato alle norme di legge e dotato di tutti i comfort necessari per una regolare donazione, nel rispetto alle normative europee vigenti. (Il Presidente e i volontari sono stati, tra l’altro, elogiati dall’autorità sanitaria, per lo zelo dimostrato nel provvedere rapidamente all’adempimento dell’ammodernamento dei locali, adoperandosi fattivamente anche nel periodo estivo).

Da segnalare al tempo stesso nell’assemblea, anche la gradita presenza di Massimo Lauri, Presidente Regionale dell’associazione e del Vicepresidente dell’AVIS Provinciale Carlo Oddi.

Come di consueto ha avuto luogo anche la relazione sul bilancio annuale del tesoriere della sezione comunale, Dott. Vito Verdecchia, mentre la Segretaria Rosalba Salvi ha illustrato i dati inerenti l’andamento delle donazioni del 2014.

Sono state poi avanzate alcune proposte tra cui quella di costituire un gruppo ciclistico amatoriale, coinvolgendo sportivi residenti sul territorio, col duplice scopo di condividere la propria passione e fare da cassa di risonanza per sensibilizzare alla pratica della donazione di sangue sempre nuove persone.

Questa ipotesi, come altre iniziative portate avanti negli ultimi anni, sono il segno del coinvolgimento dei giovani in questa associazione, i quali forniscono il loro apporto di entusiasmo e creatività per rilanciare questo servizio importantissimo per tutta la comunità.

In un secondo momento ha avuto poi luogo il pranzo sociale degli iscritti presso l’Agriturismo “Colle del Giglio”, di proprietà del nostro “concittadino” Jury Chechi, che è stato momento di condivisione fraterna e di ulteriore scambio di idee e progetti in modo più informale.

L’auspicio è che la pratica della donazione del sangue possa diffondersi sempre più nella popolazione, sostenuta da questa associazione che meritoriamente ne provvede alla sensibilizzazione ed al sostegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *