Paesi Bassi, la Chiesa cattolica e la Chiesa protestante, dichiarazione congiunta per i 500 anni della Riforma

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

La Chiesa cattolica e la Chiesa protestante nei Paesi Bassi stanno lavorando a una dichiarazione congiunta in vista della celebrazione dei 500 anni della Riforma, nel 2017. Lo hanno annunciato il vescovo di Groningen-Leeuwarden mons. Gerard de Korte, e Arjan Plaisier, segretario della Chiesa protestante nei Paesi Bassi (Pkn) nel corso di un dibattito a Hardenberg su “Il futuro e le sfide per le Chiese entro il 2025”. Il documento “avrà un approccio storico, ma guarderà anche avanti”, ha spiegato mons. De Korte e sarà indirizzato “alle chiese ma anche alla società”. Il documento intende rispondere alla domanda su “come rendere testimonianza di fede in Cristo che sia interessante nell’oggi e trasmettere il messaggio del Vangelo alle nuove generazioni”. È il “legame in Cristo” che deve guidare le Chiese e “non le convinzioni e gli insegnamenti o le differenze sul ministero e sulla ecclesiologia”. Sulla base di questo orientamento comune le Chiese vogliono dare un nuovo slancio all’ecumenismo e vivere insieme la commemorazione dei 500 anni della Riforma. Il gruppo di lavoro composto da rappresentanti di entrambe le confessioni si è già riunito due volte. Tra i membri cattolici sono il vescovo di Rotterdam Hans van den Hende, delegato per l’ecumenismo, e mons. Gerard de Korte, delegato per le questioni sociali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *