Il Gris risponde: “I cristalli e le pietre possono essere di aiuto?”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

personeDIOCESI – Prosegue la rubrica con il GRIS diocesano.
Le domande possono essere inviate alla mail: gperottib@libero.it

Leggi i precedenti articoli clicca qui

I cristalli e le pietre possono essere di aiuto per migliorare il benessere psico-fisico e per ottenere dell’energia positiva?
 
Credere nel potere terapeutico delle pietre e dei cristalli, che si ottiene tramite  la vicinanza ad essi, il loro contatto con il corpo ed altri metodi per attirare i presunti loro benefici, equivale a considerarli come amuleti cui è attribuita la funzione di allontanare la cattiva sorte, di proteggere dalle insidie e dagli influssi negativi. Nel caso della cristalloterapia, addirittura si parla di  guarigionedalle malattie fisiche e psichiche.
Attribuire ai cristalli un potere terapeutico o presunte doti energetiche è una pretesa che non ha alcun fondamento scientifico ed inoltre la Chiesa al n.2117 del Catechismo mette in guardia dall’utilizzo degli amuleti, che comprende tra “tutte le pratiche di magia e di stregoneria con le quali si pretende di sottomettere le potenze occulte per porle al proprio servizio ed ottenere un potere soprannaturale sul prossimo”,  le quali  “- fosse anche per procurargli la salute – sono gravemente contrarie alla virtù della religione”.
Data l’inconsistenza scientifica e l’evidente richiamo a credenze chiaramente contrarie alla Fede della Chiesa, occorre prendere le distanze da questa pratica superstiziosa piuttosto che curativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *