Cupra, i cacciatori donano un offerta alla mensa della scuola

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Cacciatori

CUPRA MARITTIMA – Un gran bel gesto da parte dei cacciatori cuprensi.
Forse non tutti sanno che a Cupra Marittima esistono tre associazioni venatorie: Federcaccia, Arcicaccia, Libera Caccia, e hanno davvero un cuore d’oro.
Giovedì 26 febbraio hanno infatti ufficialmente donato in beneficenza il ricavato delle loro gare.
Più dettagliatamente hanno destinato una somma alla mensa scolastica per coloro che non possono pagare il servizio ai propri figli, è una somma all’associazione Ragazzi in Scena, giovanissima realtà che vuole far avvicinare i bambini al mondo del teatro. Promotore dell’Iniziativa Giuseppe Rivosecchi che ha dichiarato: “Questo gesto ci viene dal cuore, noi tutti abbiamo origini contadine e siamo abituati a condividere spinti dalla solidarietà.
Oggi purtroppo diverse famiglie non riescono a permettersi la mensa dei bambini e donando questa piccola cifra cerchiamo di contribuire per quanto possibile. Per quanto riguarda invece Ragazzi In Scena ammiriamo e apprezziamo il lavoro che fanno con i bambini, soprattutto con i bambini con difficoltà”.

La somma è stata consegnata direttamente dal presidente di Federcaccia cuprense Gabriele Talamonti, dal presidente di Arcicaccia cuprense Giuseppe Marconi, dal presidente di Libera Caccia cuprense Alberto Perotti nelle mani dell’assessore alla Politche Sociali Anna Maria Cerolini e dell’assessore alle Politiche Giovanili Luca Vagnoni. “Questo gesto mi commuove – ha dichiarato la Cerolini – finalmente tre associazioni si sono unite per una causa sociale. Speriamo che anche le altre associazioni cuprensi seguano questo esempio perché uniti si possono realizzare tante bellissime cose”. Dello stesso avviso Vagnoni: “Una bellissima idea che dimostra una forte sensibilità nei confronti del territorio”. Complimenti anche da parte del sindaco Domenico D’Annibali: “Iniziative che fanno piacere, vi ringrazio a nome di tutta la comunità per l’altruismo dimostrato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *