Le cassette di pesce biodegradabili premiate alla fiera “Bioenergy”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

premiazione

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il progetto per la ricerca di materiali innovativi per valutare alternative ecosostenibili agli imballaggi di polistirolo usati attualmente nel settore ittico, sviluppato dal Comune di San Benedetto del Tronto e realizzato dalla società cooperativa “Blu Marine Service”, ha ottenuto un riconoscimento alla fiera “Bioenergy” di Cremona.

Le cassette di pesce biodegradabili hanno ottenuto il premio dedicato a Roberto Mosca – menzione speciale del concorso “Chimica Verde Innovazione”, promosso da Chimica Verde Bionet, Legambiente, Cremona Fiere e la fondazione tedesca DLG. Ha ritirato il premio Emanuele Troli, amministratore delegato della “Blu Marine Service”. La premiazione si è svolta mercoledì 25 febbraio, al termine del convegno “Bioeconomia.  Dall’Agricoltura, per l’Agricoltura”.

Ricordiamo che il progetto è stato finanziato dal Fondo Europeo per la pesca FEP ed ha permesso di individuare materiali ecosostenibili in alternativa alle cassette di polistirolo contribuendo così a creare una filiera della pesca più rispettosa dell’ambiente,

“E’ un riconoscimento importante – spiegano gli assessori all’ambiente Paolo Canducci e alla pesca Fabio Urbinati – perché si tratta di un progetto su cui puntiamo molto per impostare un modo nuovo di lavorare nelle attività marittime con una maggior attenzione verso la sostenibilità ambientale ed economica. L’’impegno che metteremo nei prossimi anni sarà quello di intercettare risorse dal Fondo Europeo per le Attività Marittime e la Pesca per dare vita, in collaborazione con aziende del territorio, a progetti che siano in linea con una filosofia imprenditoriale che trae profitto dalla ideazione e realizzazione di soluzioni capaci di coniugare redditività e attenzione all’ambiente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *