A Cupra Marittima la prima stazione quaresimale diocesana con il vescovo Carlo Bresciani

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

DSC02622

DIOCESI – Iniziano a Cupra Marittima, venerdì 27 febbraio gli incontri quaresimali che toccheranno le diverse zone pastorali della diocesi “In Cristo Crocifisso e Risorto + Umanità”. La I stazione di Quaresima, quindi nella vicaria Madonna di S. Giovanni, è all’insegna del “Costruiamo una comunità inclusiva” .
Questa prima stazione è nel segno dell’ecumenismo e del dialogo interreligioso, primo momento diocesano all’interno del cammino della quaresima 2015, che in questa settimana propone un’attenzione all’invito dato dal primo dei cinque verbi proposti: il verbo “uscire”, che viene coniugato mettendosi in ascolto dello “smarrimento delle persone, raccogliendo la vita buona delle gente, curando le ferite e ponendo gesti buona di buona umanità.”

Il punto di ritrovo è la stazione di Cupra, alle 21.00, accolti dal parroco don Luigino, per poi muoversi verso la Chiesa di S. Basso accompagnati dal vescovo Carlo dove concluderà la preghiera. Lungo il percorso ci saranno delle tappe: l’incontro con un migrante e un momento ecumenico, introdotto da don Vincent direttore dell’Ufficio ecumenismo e dialogo, con un pope ortodosso attraverso un gesto significativo che riprende il tema della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani. Il brano evangelico dell’incontro fra Gesù e la Samaritana (Gv. 4) “Dammi da bere”, propone una visione di complementarità nel darsi reciprocamente da bere, che educa al dialogo e all’accoglienza della ricchezza della diversità.

L’invito è a uscire, per essere comunità che include, nell’incontro con le persone nelle situazioni concrete, provenienti da diverse esperienze, culture, religioni.

foto_evidenza_32129

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *