Il MLAC per il “Lavoro Libero e Creativo”, incontro con il Vescovo Carlo presso la Roland di Acquaviva Picena

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Lavoro

DIOCESI – Il MLAC della diocesi di San Benedetto del Tronto ha iniziato un percorso da qualche anno, proponendo alcuni incontri formativi sul tema del lavoro che esprime la dignità di ogni persona umana e il bene comune. Occasioni dove poter approfondire e confrontarsi, per formare a una nuova cultura del lavoro. La consapevolezza forte è che tale cambiamento culturale è possibile solo impegnandoci, con disponibilità e competenza, insieme, anche per trovare un linguaggio comune, in un dialogo ma anche in un mettersi in movimento che sia intergenerazionale, giovani e adulti.

Il prossimo 28 febbraio 2015 stimolati dalle parole di papa Francesco che definisce “il lavoro libero, creativo, partecipativo e solidale” (dall’enciclica Evangelii Gaudium) si propone un talk a più voci.
L’incontro si svolgerà dalle ore 16.00 presso un luogo di lavoro: la sede della Roland DG nella zona industriale di Acquaviva Picena, azienda che si occupa di di periferiche per la stampa, stampa&taglio, incisione e modellazione.
L’azienda ha accolto con disponibilità immediata la proposta di ospitare l’incontro in un’ottica di relazioni con il territorio e di attenzione al confronto intorno al lavoro che valorizza la persona.

L’obiettivo dell’incontro è riscoprire il lavoro come espressione della persona umana, ambito in cui fioriscono i talenti, dà dignità e contribuisce allo sviluppo integrale. La creatività della persona, le condizioni che ne favoriscono l’espressione (cultura, esperienza, laboriosità, valorizzazione delle capacità delle persone), l’innovazione saranno al centro dell’attenzione. Un percorso in cui “il lavoro è compimento della persona, della sua creatività” tra proposte concrete di formazione in dialogo con l’università grazie agli interventi del responsabile del Consorzio Universitario Piceno Pierluigi Raimondi e il professore Alberto Felici dell’UNICAM, ma anche un’esperienza di attenzione alla formazione e alla promozione sociale come la Fondazione Lavoroperlapersona con sede a Offida, con Giorgio Tintino, aziende che favoriscono l’innovazione e l’attenzione del locale con Giovanni Re, della Roland e Gianluca Straccia imprenditore della Meccanica Santa Barbara di Spinetoli. Un percorso alla luce dell’insegnamento della Dottrina Sociale della Chiesa grazie alla presenza  del nostro vescovo S.E. Mons Carlo Bresciani. Un incontro che ha sullo sfondo un’attenzione alla solidarietà, all’etica, alla giustizia, ad un’economia del dono. Lungo il pomeriggio si avrà la possibilità di confrontarsi con i relatori e visionare diversi strumenti di stampa su vario materiale dell’azienda ospitante che coinvolgerà i partecipanti in modo creativo e attivo.

Il gruppo degli aderenti al Mlac diocesano afferma che “La disponibilità di molte sensibilità e competenze a dialogare insieme nella gratuità, è un segno importante nel costruire una cultura della reciprocità e del dono per il nostro tempo, veri motori di innovazione, sociale e lavorativa. I momenti di confronto e dialogo sono proposti per mettere in moto processi per affrontare questo tempo critico dal punto di vista socio-lavorativo che chiede cambiamento, un nuovo passo e la creazione di reti di fiducia tra generazioni.”

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *