Luca Vagnoni ha incontrato i ragazzi dell’alberghiero

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Luca

CUPRA MARITTIMA – Presso l’I.P.S.S.E.O.A. di San Benedetto del Tronto continua il ciclo di  incontri, con esperti, organizzati dalla Professoressa Annarita Salvi, sull’Educazione alla Convivenza Civile, in alcune classi dell’Istituto Alberghiero.

L’aiuto concreto, su come si applica una legge, un regolamento, una regola, è stato fornito, in questo contesto, da esperti in vari campi, che hanno meravigliato, incuriosito, stimolato i ragazzi ad acquisire maggior consapevolezza  sulla vera essenza della vita. Ci si è avvalsi dell’intervento della pedagogista dottoressa Maria Chiara Verdecchia (Centro Pharus), del Comando dei Vigili Urbani di San Benedetto del Tronto, in veste del signor Giangiacomo Spinozzi e colleghi, della giornalista Teresa Valiani direttore “Io e Caino” giornale del carcere di Ascoli Piceno, della dottoressa Ileana Zagaglia, titolare dello studio editoriale Seiz e del dottor Carlo Prosperi, traduttore editoriale per le principali case editrici italiane ed ancora dell’Assessore alle Politiche giovanili di Cupra Marittima, Luca Vagnoni. Nell’incontro con le classi, avvenuto nei giorni di giovedì 12 e venerdì 13 febbraio, l’Assessore Vagnoni, ha cercato di sollecitare i ragazzi e le ragazze a divenire protagonisti attivi di un cambiamento positivo nella loro comunità, nel loro paese. Vagnoni ha raccontato dei progetti e delle iniziative realizzate con i giovani di Cupra in questi ultimi anni e ha invitato i ragazzi a non sprecare i talenti che li contraddistinguono e li ha incoraggiati nel cercare di realizzare i loro sogni, i loro progetti di vita, nonostante gli ostacoli e le difficoltà.

Questo ciclo di incontri è servito anche a ricordare agli studenti che ognuno di noi può, nel proprio piccolo, donare qualcosa a chi gli è vicino, basta volerlo. Coloro che si sono prestati alla realizzazione del progetto, dal Dirigente all’insegnante e gli esperti, hanno voluto trasmettere ai ragazzi, che la vita poiché è un dono, occorre amarla, occorre rispettarla, occorre alimentarla con la conoscenza, occorre viverla sempre appieno avendo cura di se stesso e degli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *