Conosciamo il Movimento in direzione Cristiana… la febbre del venerdì sera

Condividi questo articolo sui social o stampalo

direzione cristiana

 

di Sara De Simplicio

SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – “All’inizio dell’essere cristiano non c’è una decisione etica o una grande idea, bensì l’incontro con un avvenimento, con una Persona, che dà alla vita un nuovo orizzonte e con ciò la direzione decisiva”.

E’ così che si avvia, con una frase di Benedetto XVI, il cammino dei giovani delle Parrocchie di S.Egidio alla Vibrata: un’avventura iniziata tanti anni fa e ancora oggi in continua evoluzione.

La nascita del MinDC è legata alla data del 27 ottobre 2006 quando un incontro tra alcuni giovani della Vicaria di Montesanto e l’allora Vescovo Mons. Gervasio Gestori la sancisce ufficialmente. Il nome scelto chiarisce fin da subito l’orizzonte e il senso del Movimento: “la nostra vita è un movimento in direzione di Cristo, nostro destino ed ideale di un’umanità compiuta”.

Così, sotto la guida travolgente di Don Marco Di Giosia (ora parroco della Parrocchia di Paolantonio) e con la collaborazione di alcune giovani famiglie, il Movimento prende forma, anche con un Mensile d’Insegnamento, che accompagnerà il nucleo di ragazzi e ragazze desiderosi di intraprendere un’esperienza di fede basata sull’ascolto della Parola.

E’ l’inizio di una meravigliosa storia cristiana: un movimento che cresce e si allarga, un percorso sempre più intenso, fatto di condivisione ed amicizia, volto alla scoperta e alla ricerca dell’Essenziale. Un appuntamento settimanale costante che diventa fonte di “ricarica” spirituale per chi vi partecipa e che crea una vera Compagnia, dove il volto dell’altro è sinonimo di sostegno, di affetto e di Presenza: “perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, Io sono in mezzo a loro” (Mt 18,20). Le tematiche degli incontri riflettono e interrogano la realtà quotidiana, riletta e reinterpretata attraverso gli occhi della Fede, fino a giungere alla tappa, quest’anno, dei Dieci Comandamenti.

Negli anni, poi, spostandosi dalle sale parrocchiali di Sant’Egidio a quelle di Paolantonio, il MinDc è cresciuto ancora: nel 2010 i genitori e le famiglie di quei giovani chiedono un percorso specifico anche per loro, il Movimento Adulti, accompagnato poi anche da quello dei Giovanissimi, rivolto ai ragazzi tra i 12 e i 16 anni. Nel tempo, inoltre, molte altre sono state le ramificazioni e le iniziative, frutto della crescente e ardente partecipazione: l’Associazione “MinDc Calcio”, iscritta al campionato del C.S.I.; il gruppo dei fidanzati, con incontri di “preparazione remota al matrimonio”, guidati da famiglie cardine del Movimento; il gruppo vocazionale seguito da Don Marco stesso, rivolto a chi è in cerca della sua strada; l’Associazione “Bene Comune” Giovanni Paolo II per l’approfondimento della Dottrina sociale della Chiesa, che ha curato interessanti incontri con il prof. di Filosofia della Scienza Flavio Felice e il presidente dei “Giuristi per la vita”, l’avvocato Gianfranco Amato; infine, un percorso di accompagnamento per circa cinquanta Sposi e Papà, alla riscoperta della loro missione di primi educatori della Fede.

Eccolo il MinDC, dunque: un lungo ed avvincente percorso destinato a non esaurirsi, colorato da un entusiasmo che ogni anno si rinnova e lo rinnova e che in Lui trova la fonte inesauribile di vita.

Un viaggio caratterizzato da sentieri di preghiera, gioia, verità e speranza.

Una scelta libera per tanti giovani che, controcorrente, il venerdì, al rumore del mondo preferiscono il silenzio per ascoltare il cuore.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *