Sentinelle in piedi: commissionato, prodotto e comprato in Russia” con la pratica dell‘utero in affitto

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Sentinelle in Piedi“Non ci stanchiamo di vigilare di fronte a chi vuole omologarci”: esordiscono così le “Sentinelle in piedi”, rete laica che si batte per la promozione e la valorizzazione della famiglia naturale, rendendo noto il calendario delle veglie in diverse città italiane, tra febbraio e marzo. Nel richiamare la recente istituzione a Roma del registro delle unioni civili, la condanna della Corte di Strasburgo all‘Italia perché avrebbe violato il diritto di una coppia sposata di poter riconoscere come proprio figlio un bambino “commissionato, prodotto e comprato in Russia” con la pratica dell‘utero in affitto, i corsi scolastici “più o meno mascherati da iniziative anti-discriminazione” per trasmettere ai ragazzi l‘ideologia gender “all‘insaputa dei genitori”, le Sentinelle osservano che “dirsi contrari a tutto questo oggi significa essere accusati di omofobia”. Di qui il richiamo a quanto accaduto a Simone Pillon, avvocato e portavoce del Forum delle associazioni familiari dell‘Umbria, “iscritto nel registro degli indagati per aver denunciato la diffusione di materiale pornografico a sfondo omosessuale in una scuola”. È necessaria “una testimonianza pubblica per dire no agli attacchi continui e pervasivi che vogliono minare la natura stessa dell‘uomo”. Si parte sabato 7 febbraio con tre veglie a Varese, Cesena e Tivoli. Per il calendario completo: info@sentinelleinpiedi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *