Giovani creativi. A tu per tu con Samuela Conti

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

10629622_10152822496883421_3373773850630920744_nDIOCESI – Oggi il nostro giornale inaugura la rubrica “Giovani creativi”. Conosceremo ragazzi e ragazze che hanno trasformato le loro passioni e capacità in un lavoro o, per lo meno, in un ulteriore reddito, il che di questi tempi non guasta! La loro esperienza sarà certamente di stimolo a tanti ragazzi, che dotati di capacità e creatività, non hanno ancora trovato la loro strada.

La prima ad essere intervistata è Samuela Conti, giovane dalle mille idee che ha creato un blog di moda.

Che percorso di studi hai intrapreso prima di iniziare a lavorare?
Ho studiato Scienze Politiche a Bologna e successivamente ho conseguito la Laurea Specialistica in Editoria Media e Giornalismo ad Urbino. Questa città e le persone che ho conosciuto mi hanno fatto avvicinare al mondo del giornalismo ed ho frequentato un corso di specializzazione in Editing e correzione di bozze e un Master in Content Management ed editoria 2.0. Dopo aver finalmente capito che “di giornalismo non si vive” ho inseguito ardentemente un percorso professionale che mi ha permesso di lavorare con il web (corsi di specializzazione riguardanti il “social media marketing”). Non contenta ho frequentato un corso di fotografia che mi ha facilitato l’ingresso nel mondo della food Photography.

Come è nata l’idea di questa nuova attività?
La passione per la moda è sempre stata parte di me e non ho mai potuto acquistare abiti costosi o scarpe di nicchia. I miei genitori mi hanno sempre viziata ma non sono mai riuscita ad entrare in un negozio e spendere più di 100 euro, è più forte di me. Preferisco acquistare 5 capi al mercatino Vintage piuttosto che acquistare una giacca allo stesso prezzo. Da qui è nata l’idea di mettere i miei pensieri e i miei outfit in un blog, che fosse un raccoglitore di informazioni per tutte le ragazze come me. Ho voluto proporre un nuovo format, che non fosse autoreferenziale, ma che avrebbe messo in risalto anche look diversi dai miei. Spesso infatti potrete trovare foto scattate a mie amiche con look fashion. Recentemente ho inserito anche una sezione beauty e benessere, dove suggerisco trattamenti “fai da te” con prodotti naturali e make up tutorial.

Quando è iniziata l’attività?
Circa quattro anni fa ho iniziato a lavorare nel mondo del social media marketing offrendo servizi di consulenza, realizzazione campagne pubblicitarie sui social network e servizi di copywriting. Il mio blog di moda è nato in seguito, nel gennaio del 2014. La mia passione per la moda e per la scrittura mi hanno spinta a creare uno “spazio per precarie”, dove dispenso consigli su come essere alla moda e in salute spendendo poco.

Descrivimi la tua attività
Generalmente su www.fashioncheap.me mi occupo di articoli di carattere fashion, incentrati sul mondo della moda e dei nuovi trend. Sostenuta dai preziosi consigli di Olivieri Daniela (consulente d’immagine) curo anche una sezione riguardante gli aspetti estetici della nostra immagine. Mia sorella Erica e la mia amica Carla mi aiutano a scovare articoli interessanti e soprattutto veritieri online nel mondo del beauty e del benessere.

Quali sono gli aspetti positivi e negativi di questo lavoro?
Con il mio blog di moda non riesco di certo a pagare le bollette. È una passione che coltivo con molto piacere e continuerò a farlo ma non porta grandi guadagni, anzi. L’elemento positivo nasce dalle collaborazioni, grazie alle quali si ricevono prodotti in omaggio per i test.

Dove si possono acquistare i tuoi prodotti?
In realtà negli articoli inserisco sempre link esterni, quindi non si tratta di prodotti che fanno parte di un e-commerce personale. I prodotti selezionati in ogni articolo si possono comprare solo attraverso link che rimandano ad altri portali online.

Quali sono i tuoi progetti futuri in ambito lavorativo?
Bella domanda. Sono un fiume in piena, un continuo brainstorming di pensieri e mi piacerebbe avere una mia agenzia di comunicazione per poter sviluppare tutte le idee che mi frullano in testa ma, ahimè, come dicevo, sono una precaria. Per ora continuo a gestire la comunicazione di alcune aziende e a scattare foto (www.samuelaconti.it).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *