“Open Day della Memoria” per il 70° anniversario della liberazione di Auschwitz

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

PROVINCIA – L’Amministrazione Provinciale ricorda che, sabato 31 gennaio, si svolgerà il cosiddetto “Open Day della Memoria” con l’apertura straordinaria di varie Biblioteche del territorio Ascolano appartenenti del Polo SIP (Sistema Interprovinciale Piceno). L’iniziativa conclude la settimana di commemorazioni dedicate al “Giorno della Memoria” nell’anno del Settantesimo anniversario della Liberazione di Auschwitz, promuovendo il valore universale della cultura come strumento di conoscenza e di crescita civile ed umana e contro ogni discriminazione.

Aderiscono alla giornata le biblioteche comunali di Ascoli Piceno, Castel di Lama e San Benedetto del Tronto (ore 9 – 13) e le biblioteche comunali di Ripatransone (ore 10 – 13), Colli del Tronto e Montemonaco (ore 10 – 12) nonché la biblioteca di Comunanza che al mattino e nel pomeriggio, dalle 15 alle 17, propone materiale informativo in collaborazione con l’ANPI locale. Alla giornata partecipa anche la biblioteca Archeoclub di Cupra Marittima con orario 9 – 12.

Da sottolineare l’apertura straordinaria della Biblioteca Provinciale di Storia Contemporanea “Ugo Toria” di Ascoli Piceno, che ha organizzato un pomeriggio dedicato alla conoscenza del tragico e doloroso episodio della deportazione degli Ebrei Italiani del Ghetto di Roma. La biblioteca sarà aperta dalle 15.30 alle 18.30 e saranno disponibili bibliografie ragionate e filmografie sul tema della shoah e delle persecuzioni nazi fasciste. In particolare, alle 17, sarà proiettato il film di Ettore Scola “Concorrenza Sleale” del 2001. La pellicola ritrae la normale esistenza di due commercianti romani (un ebreo) e delle loro famiglie. Tormentati dal buon esito degli affari, incrociano le loro vicende tra quotidiane schermaglie fino a che vengono drammaticamente travolti dalle Leggi Razziali con tutte le terribili conseguenze. Alla feroce follia dei capi sanguinari si contrappone l’umanità solidale dei singoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *