Ballarin ’75 – Storia di calci, poeti e pescatori

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ballarinSAN BENEDETTO DEL TRONTO – Connessioni Urbane presenta “Ballarin 75 – Storia di calci poeti e pescatori”, un viaggio nella San Benedetto del passato e del presente con uno sguardo al futuro.

Prosegue alla Palazzina Azzurra la mostra del workshop Connessioni Urbane 2014, organizzato da ROOM012 e Daniele Cinciripini, che dopo la tavola rotonda del 24 gennaio, giorno dell’inaugurazione, domenica 1º febbraio, ospiterà un nuovo evento.

L’appuntamento è con “Ballarin ’75 – Storia di calci, poeti e pescatori”, reading a due voci messo in scena da Francesco Anzivino, ideatore e autore dello spettacolo, e da Enrico Corinti. L’introduzione è curata dalla giornalista e blogger Silvia Del Gran Mastro, fondatrice di Cronache Sudentrine, blog storico.

Il reading descriverà le trasformazioni urbane, sociali e culturali che hanno caratterizzato la nostra città, così come il Paese tutto, e che lo stesso Pasolini aveva intravisto e criticato nei suoi scritti. Il racconto, corredato da foto d’epoca, documenti storici e dalle parole dell’intellettuale corsaro, muoverà dal 14 settembre 1975, data in cui Pier Paolo Pasolini giocò al Ballarin la sua ultima partita di calcio.

Connessioni Urbane è un ciclo di eventi articolato su più appuntamenti: il convegno interdisciplinare presso il Museo del Mare (2 maggio 2014) e il workshop fotografico svoltosi in due weekend intesivi tra lezioni frontali, uscite fotografiche e attività di laboratorio (maggio-luglio 2014) e la mostra fotografica dei lavori del workshop (24 gennaio – 4 febbraio 2015).

Il coordinamento del progetto è a cura dell’architetto Elisabetta Schiavone, referente di ROOM012, il network che promuove la condivisione di esperienze e saperi su architettura e paesaggio, favorendo l’incontro e la collaborazione tra professionisti e operatori del settore.

Il workshop e la mostra fotografica sono stati diretti e curati da Daniele Cinciripini, fotografo freelance e fotoeditor per PrimaPersona, la rivista dell’Archivio Nazionale dei Diari di Pieve Santo Stefano, docente di Fotografia presso l’Università di Teramo.

La condivisione della vita del progetto sui social network è stata curata da Serena Marchionni, storica dell’arte e assistente di Daniele Cinciripini.

Connessioni Urbane è realizzato con il sostegno e il patrocinio del Comune di San Benedetto del Tronto, il patrocinio dell’Ordine dei Geologi delle Marche, dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di AP, dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di AP, della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche e il contributo della ditta Eco Services.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *