cardinale Lorenzo Baldisseri “Farsi carico annuncio della bellezza del matrimonio cristiano”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

famiglia“In questo periodo inter-sinodale siamo invitati ad approfondire – alla luce dello Spirito – la vocazione e la missione della famiglia”.
Lo ha detto, ieri, il cardinale Lorenzo Baldisseri, il segretario del Sinodo dei vescovi, intervenendo al Convegno dei movimenti familiari internazionali, in corso a Roma. “Nel cammino di riflessione – ha spiegato -, occorre che teniamo presenti le situazioni di quei fedeli che, pur vivendo situazioni matrimoniali irregolari, desiderano partecipare sempre più pienamente alla vita della Chiesa e sono disposti ad impegnarsi seriamente in un percorso progressivo. È necessario, infine, che nessuno si sottragga al compito di cercare ed indicare possibili soluzioni alle tematiche sensibili affrontate dai Padri sinodali”. Nella catechesi tenuta durante l’Udienza generale di mercoledì 17 dicembre 2014, ha ricordato il porporato, “Papa Francesco, sottolineando alcune caratteristiche della famiglia di Nazareth, ha messo in evidenza che non era una famiglia irreale. E l’ha proposta ancora una volta come modello da seguire con queste parole: ‘La famiglia di Nazareth ci impegna a riscoprire la vocazione e la missione della famiglia, di ogni famiglia’”, facendo “diventare normale l’amore e non l’odio”, “ comune l’aiuto vicendevole, non l’indifferenza o l’inimicizia. E questa è la grande missione della famiglia: fare posto a Gesù che viene”.

“Forti dell’aiuto che viene dalla grazia e dal partecipare alla vita della famiglia di Nazareth, le famiglie che seguono la via indicata dal Cristo si sentono responsabili anche della vita di quanti non godono della pienezza del matrimonio cristiano”, ha evidenziato il cardinale Baldisseri. La Relatio Synodi al n. 30 ricorda che i “Padri sinodali hanno più volte sottolineato che le famiglie cattoliche, in forza della grazia del sacramento nuziale, sono chiamate ad essere esse stesso soggetti attivi della pastorale familiare”. Questo compito, ha sottolineato il porporato, “viene svolto egregiamente dalle famiglie appartenenti ai movimenti ecclesiali. All’interno della pastorale familiare oggi la Chiesa chiede che ci facciamo carico dell’annuncio della bellezza e del fascino attrattivo del matrimonio cristiano e che approfondiamo ciò che i Padri hanno presentato come frutto dell’Assemblea straordinaria, dando il nostro contributo anche nella ricerca di ‘scelte pastorali coraggiose’, in particolare nella cura delle famiglie ferite”. È questo, ha concluso il cardinale Baldisseri, “il compito che ci attende. È questo il compito che attende anche voi in questo vostro incontro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *