L’economia del territorio di San Benedetto del Tronto e Comuni limitrofi: prospettive e sviluppi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

cena rotary (5)

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è svolta martedì 20 gennaio presso l’Hotel Calabresi, la Conviviale del Rotary Club San Benedetto. Il tema della serata è stato “L’economia del territorio di San Benedetto del Tronto e Comuni limitrofi: prospettive e sviluppi”. Alla serata sono intervenuti, quali relatori,l’avvocato Ugo Scuro di Roma, esperto in materia di accordi tra imprese come strumento di sviluppo e il prof Bruno Mezzetti di Ancona, scienziato in materia agraria. In rappresentanza del Comune di San Benedetto era presente l’assessore alla sviluppo economico Fabio Urbinati. Nel corso della serata è stato presentato un documento denominato “Manifesto” redatto dal “Comitato per la rinascita dell’economia di San Benedetto del Tronto”. Questo comitato ha sollecitato l’attenzione sulle prospettive di interesse e sugli impegni da espletare e ha proposto all’auditorio di contribuire al progetto di un rinnovato sviluppo del territorio.

“L’idea della creazione del Comitato e del Manifesto” ha spiegato l’avv. Scuro “ nasce dalla consapevolezza che il territorio del comune di San Benedetto del Tronto e dei comuni limitrofi è afflitto da un intenso e durevole declino dovuto dalla constatazione della carenza di infrastrutture materiali e immateriali e dalla constatazione delle grosse potenzialità di questa terra, risorse non sempre sfruttate per far ripartire il territorio. Constatato che il comparto agroalimentare e il comparto turistico sono stati i settori trainanti dell’economia locale , tanto da assicurare nel passato un diffuso benessere, e considerato che il territorio è caratterizzato da un’ attrattiva presenza di beni artistici e museali, si comprende facilmente come non manchino le “materie prime” per una valida espansione economica. Ma per far ripartire questi settori è indispensabile che si sviluppi la dotazione infrastrutturale materiale e immateriale richiesta: solo così il territorio può riconquistare una piena e durevole competitività .Dunque è necessario riflettere su un nuovo modello di sistema produttivo e di sviluppo in quanto l’offerta globale richiede la rinnovazione e la ristrutturazione dell’offerta agricola e ittica. Tali nuove modalità esigono sia delle prospettive condivise sia un impegno comune. Per una rinascita servono analisi, organizzazione,strumenti adeguati e competenze aggregate. Bisogna unire le competenze per raggiungere un obiettivo comune. È opportuno anche coinvolgere la politica che deve, sempre più, adeguarsi alle nuove esigenze e interloquire con il cittadino.”

Il prof. Mezzetti ha preso la parola per invitare tutti a partecipare al “Comitato per la rinascita dell’economia di San Benedetto del Tronto”.
“ Il comitato è qui per sollecitare l’adesione all’iniziativa ed è aperto allo scambio di idee e alla discussione per sviluppare questo, ma anche nuovi progetti. La facoltà di agraria è felice e disposta a collaborare mettendo a diposizione le sue competenze. Per fare nuovi prodotti è richiesto un progetto, sono richieste capacità scientifiche, tecniche..l’università è qui per questo. Quello di questa sera è solo un primo momento di incontro per buttar giù delle idee. Bisogna ragionare insieme integrando le competenze per sviluppare poi cose importanti. Scienza, tecnologia e cultura sono gli elementi da unire per migliorare lo sviluppo di questa terra”.

A fine presentazione sono intervenuti molti soci, alcuni più scettici altri molto entusiasti e disposti a metter a disposizione le loro competenze. Ne è seguito un acceso e interessante dibattito.

L’avvocato Scuro ha concluso ricordando che tutto ciò è solo un idea e ancora non c’è nulla sulla carta e pertanto, ha rinnovato l’invito a tutti i soci rotariani ad unirsi al progetto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *