Monteprandone, avvia la procedura per la prevenzione alla corruzione

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
stefano stracci
MONTEPRANDONE – La Legge. n. 190 del 2012 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella Pubblica Amministrazione” ha introdotto un sistema organico di prevenzione della corruzione, che ricade in modo notevole e incisivo sull’organizzazione e sui rapporti di lavoro di tutte le amministrazioni pubbliche e degli enti territoriali. Nello specifico l’art.1, comma 5 impone operativamente a tutte le pubbliche amministrazioni di approvare entro il 31 gennaio di ogni anno un “Piano di prevenzione della corruzione”.

Il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione (P.T.P.C.) è lo strumento attraverso il quale la singola Amministrazione sistematizza un processo finalizzato a formulare una strategia di prevenzione della corruzione. Attraverso l’analisi dell’organizzazione e delle sue regole di funzionamento, la P.A. individua il rischio di esposizione al fenomeno corruttivo per individuare ed attivare azioni ponderate e coerenti tra loro capaci di ridurre la possibilità di comportamenti corrotti.

Il comune comunica: “Ritenendo che la collaborazione di soggetti esterni all’Amministrazione sia un utile strumento per la predisposizione di un documento condiviso ed efficace ed allo scopo di garantire la massima partecipazione dei soggetti interessati e delle organizzazioni portatrici di interessi collettivi,  questo Comune attiva la presente procedura aperta al fine di acquisire eventuali proposte ed osservazioni in merito alla stesura degli aggiornamenti del Piano triennale di prevenzione della corruzione 2015-2017.Si invitano pertanto le Organizzazioni sindacali rappresentative, le Associazioni dei consumatori e degli utenti ed altre associazioni o forme di organizzazioni rappresentative di particolari interessi ed, in generale, tutti i soggetti, che operano per conto del Comune e/o che fruiscono delle attività e dei servizi prestati dallo stesso, a presentare eventuali proposte e/o osservazioni di aggiornamento sul Piano di Prevenzione della Corruzione 2014-2016, che è disponibile alla consultazione sul sito www.comune.monteprandone.ap.it
nella sezione “Amministrazione Trasparente”, sottosezione “Altri contenuti – corruzione”.

Chi è interessato potrà inviare il proprio contributo propositivo entro il 26 gennaio con una delle seguenti modalità:
– consegna diretta al Comune – Ufficio Protocollo, nei seguenti orari di apertura al pubblico:
dal lunedì al venerdì dalla ore 10,00 alle ore 13,00 e il martedì e giovedì dalle ore 17,00 alle ore 18,00;
– mediante servizio postale al seguente indirizzo: Comune di Monteprandone, Piazza dell’Aquila n. 1 – 63076 Monteprandone;
– mediante Posta Elettronica Certificata (PEC), con invio all’indirizzo PEC del Comune: comune.monteprandone@emarche.it
– mediante posta elettronica ordinaria segretario@comune.momnteprandone.ap.it
– mediante fax al seguente numero: 0735/62541

Per ogni utile informazione e/o richiesta di chiarimenti e/o precisazioni sarà possibile rivolgersi al seguente referente:
Segretario Generale – Responsabile della Prevenzione della Corruzione
Dott.ssa Maria Immacolata Casulli
Tel. 0735/710923
e-mail segretario@comune.momnteprandone.ap.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *