Uniti per promuovere il made in Marche

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

x manrico (1)SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è svolta ieri mattina, presso il CNS, la conferenza stampa per la presentazione del progetto “Reti d’impresa”. Una nuova idea per sostenere e favorire l’economia del nostro territorio, unendo due settori: tessile e nautico.

Dopo molto lavoro e grazie alla collaborazione tra il Ministero dello Sviluppo Economico, l’Unioncamere, la Camera di Commercio di Ascoli Piceno, l’Azienda Speciale Piceno Promozione e l’Università Politecnica delle Marche, a fine dicembre il progetto si è concluso con la sigla di due contratti da parte dei due settori: “RETE INTEGRATED TEXTILE SERVICE” per il settore tessile e “RETE NAUTICA INTEGRATA”per il settore nautica.
RETE INTEGRATED TEXTILE SERVICE, presieduta da Doriana Marini, vede l’adesione della Dienpi, della Mactec, dell’Itaclab, dell’Industria Tessile del Vomano, della Wash Italia, della Gpg e della Abbigliamento G&G.
RETE NAUTICA INTEGRATA, che ha come presidente Silvia Merlini, è invece composta da Cmm, Frigoemme, Gem Elettronica, Iscar Funi Metalliche, Movinox, Mori Carlo e Idromeccanica Forani e Pecorari.
Lo scopo del progetto, come hanno spiegato le presidentesse delle due reti, è quello di creare un azienda unica composta da tutte queste aziende, puntando a uno sviluppo sia personale, delle piccole imprese, che collettivo; il progetto tenterà anche di portare nuovamente lavoro nel nostro territorio, diminuito sostanzialmente negli ultimi anni. Noi abbiamo accettato questa sfida e ce la metteremo tutta, sperando anche nell’adesione di altre imprese, poiché la rete non è chiusa. Vogliamo dimostrare che siamo perfettamente in grado di creare un prodotto finito, grazie alla collaborazione di tutti, da proporre al mercato globale.
In effetti, il tessuto economico locale è caratterizzato da micro e piccole imprese che, singolarmente, riscontrano notevoli difficoltà nel processo di internazionalizzazione e che, grazie al finanziamento del sistema camerale, hanno a disposizione un ulteriore strumento per essere ancora più competitive.
E’un progetto davvero innovativo ed è l’unico, nel nostro territorio, ad essere giunto ad un contratto. Ora che finalmente è partito però,  bisognerà lavorare per farlo crescere sempre di più, come ha affermato il professor Gianluca Gregori dell’Università Politecnica delle Marche.
Il progetto, ha ribadito Rolando Rosetti, presidente della Piceno Promozione è aperto a tutte le imprese che vogliono aderirvi perché, come si dice, l’unione fa la forza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *