Il leader degli yazidi dal Papa l’8 gennaio, ad oggi ne sono 5.000 morti per mano del’ISIS

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

IraqZenit

Tahseen Sayid Ali, leader spirituale del popolo yazida, minoranza perseguitata in Iraq al pari dei cristiani dai miliziani dell’Isis, verrà ricevuto giovedì prossimo, 8 gennaio, da papa Francesco in Vaticano.

La notizia, non ancora confermata dalla Sala Stampa vaticana, si sta diffondendo velocemente on-line. Papa Francesco nei suoi ripetuti appelli per la pace in Medio Oriente non ha mai dimenticato, insieme ai cristiani, le altre minoranze perseguitate. Nella lettera dedicata ai cristiani mediorientali per gli auguri di Natale, il Pontefice scriveva: “Nel rivolgermi a voi, non posso dimenticare anche altri gruppi religiosi ed etnici che pure subiscono la persecuzione e le conseguenze di tali conflitti”.

Lo yazidismo è un culto di derivazione non accertata, che si è installato in Mesopotamia in epoche antiche ed ha resistito ai vari tentativi nel corso della storia di essere stroncato dai musulmani. A seguito della persecuzione avviata dall’Isis, l’Onu stima che circa 5000 yazidi siano stati uccisi e tra i 5000 e i 7000 venduti come schiavi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *